vai al contenuto principale
Archivio Comunicati
Notizia n. 2021 del 19/12/2018

VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO REGIONALE. FORCOLIN: “SOTTOSCRITTO UN NUOVO ACCORDO DI PERMUTA CON L’AGENZIA DEL DEMANIO”

19/dic/2018 | VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO REGIONALE. FORCOLIN: “SOTTOSCRITTO UN NUOVO ACCORDO DI PERMUTA CON L’AGENZIA DEL DEMANIO”

Notizia n. 2018 del 19/12/2018

DOMANI ALLE 11.30 ZAIA A CERIMONIA APERTURA PRIMO STRALCIO DELLA VARIANTE ALLA PROVINCIALE 6 “DEI LESSINI” A QUINTO VERONESE

19/dic/2018 | DOMANI ALLE 11.30 ZAIA A CERIMONIA APERTURA PRIMO STRALCIO DELLA VARIANTE ALLA PROVINCIALE 6 “DEI LESSINI” A QUINTO VERONESE

Notizia n. 2016 del 18/12/2018

UDIENZA INTERLOCUTORIA AL TAR DEL LAZIO SUL CASO MARMOLADA

18/dic/2018 | UDIENZA INTERLOCUTORIA AL TAR DEL LAZIO SUL CASO MARMOLADA

Notizia n. 2015 del 18/12/2018

DOMANI ALLE 11.15 ZAIA A TREVISO A INCONTRO DI FINE ANNO DEL CONSORZIO PROSECCO DOC

18/dic/2018 | DOMANI ALLE 11.15 ZAIA A TREVISO A INCONTRO DI FINE ANNO DEL CONSORZIO PROSECCO DOC

Notizia n. 2014 del 18/12/2018

SCARICABILE INTERVISTA PRESIDENTE ZAIA SUI TEMI DELLA SANITA’

18/dic/2018 | SCARICABILE INTERVISTA PRESIDENTE ZAIA SUI TEMI DELLA SANITA’

SANITA’: RICERCA RBM-CENSIS; COLETTO “VENETO SEMPRE SUL PODIO CON COSTI STANDARD. DANNOSO LIVELLARE IN BASSO, SI FACCIA SALIRE CHI STA INDIETRO, NON SI FRENI CHI E’ AVANTI”

Comunicato stampa N° 1600 del 24/11/2016
(AVN) Venezia, 24 novembre 2016

“Qualunque sia la classifica che viene pubblicata, il Veneto è sempre sul podio. Ne siamo orgogliosi e, non da oggi, siamo pronti a mettere a disposizione di tutti i cittadini le nostre migliori pratiche per avvicinare le diversità e portare verso l’alto gli standard nazionali. Serve far salire chi sta indietro, non frenare chi è avanti”.

Con queste parole l’Assessore regionale alla Sanità Luca Coletto commenta gli esiti della ricerca Rbm Salute-Censis sull’indice di buona sanità, presentata oggi a Venezia, dalla quale emerge che il Veneto è al terzo posto, dopo Lombardia ed Emilia Romagna, in una classifica di virtuosità che incrocia parametri come le liste d’attesa, il tasso di rinuncia alle cure da parte dei cittadini, i risultati di bilancio (quello veneto del 2015 è in attivo di 12,5 milioni di euro), il costo pro capite e la valutazione dei cittadini.

“Questi – dice Coletto – sono tutti elementi fondanti di un buon servizio sanitario, e non è un caso che si riscontrino in tutte quelle Regioni dove non si sprecano risorse, lavorando giorno dopo giorno alla ricerca del miglior equilibrio tra costi e prestazioni. E’ difficile, ma non impossibile – aggiunge l’Assessore – si può fare, noi ed altre Regioni lo facciamo, e non occorrono ricette miracolistiche, ma concretezza e buon senso, a cominciare dall’applicare ovunque quei costi standard che noi utilizziamo come metodo e che andrebbero diffusi, anche imponendoli ope legis, in tutta Italia”.

“Lo si faccia al più presto, da domani – conclude Coletto – e non serviranno operazioni di omologazione nazionale che, ben lungi dal diffondere il meglio, finiranno semplicemente per suddividere il peggio”.  


Data ultimo aggiornamento: 24/11/2016

sanità luca coletto