SANITA’: RICERCA RBM-CENSIS; COLETTO “VENETO SEMPRE SUL PODIO CON COSTI STANDARD. DANNOSO LIVELLARE IN BASSO, SI FACCIA SALIRE CHI STA INDIETRO, NON SI FRENI CHI E’ AVANTI”

Comunicato stampa N° 1600 del 24/11/2016
(AVN) Venezia, 24 novembre 2016

“Qualunque sia la classifica che viene pubblicata, il Veneto è sempre sul podio. Ne siamo orgogliosi e, non da oggi, siamo pronti a mettere a disposizione di tutti i cittadini le nostre migliori pratiche per avvicinare le diversità e portare verso l’alto gli standard nazionali. Serve far salire chi sta indietro, non frenare chi è avanti”.

Con queste parole l’Assessore regionale alla Sanità Luca Coletto commenta gli esiti della ricerca Rbm Salute-Censis sull’indice di buona sanità, presentata oggi a Venezia, dalla quale emerge che il Veneto è al terzo posto, dopo Lombardia ed Emilia Romagna, in una classifica di virtuosità che incrocia parametri come le liste d’attesa, il tasso di rinuncia alle cure da parte dei cittadini, i risultati di bilancio (quello veneto del 2015 è in attivo di 12,5 milioni di euro), il costo pro capite e la valutazione dei cittadini.

“Questi – dice Coletto – sono tutti elementi fondanti di un buon servizio sanitario, e non è un caso che si riscontrino in tutte quelle Regioni dove non si sprecano risorse, lavorando giorno dopo giorno alla ricerca del miglior equilibrio tra costi e prestazioni. E’ difficile, ma non impossibile – aggiunge l’Assessore – si può fare, noi ed altre Regioni lo facciamo, e non occorrono ricette miracolistiche, ma concretezza e buon senso, a cominciare dall’applicare ovunque quei costi standard che noi utilizziamo come metodo e che andrebbero diffusi, anche imponendoli ope legis, in tutta Italia”.

“Lo si faccia al più presto, da domani – conclude Coletto – e non serviranno operazioni di omologazione nazionale che, ben lungi dal diffondere il meglio, finiranno semplicemente per suddividere il peggio”.  


Data ultimo aggiornamento: 24/11/2016

sanità luca coletto
Archivio Comunicati
Notizia n. 872 del 23/06/2018

FURBETTI DEL TICKET. GDF ROMA SCOPRE IRREGOLARITA’ FINO AL 97%. PRESIDENTE VENETO, “DA NOI 60 EURO PRO CAPITE E CI SONO SOLO QUELLI NAZIONALI. CHIEDO TOLLERANZA ZERO E CONTROLLI A TAPPETO IN TUTTA ITALIA”

23/giu/2018 | FURBETTI DEL TICKET. GDF ROMA SCOPRE IRREGOLARITA’ FINO AL 97%. PRESIDENTE VENETO, “DA NOI 60 EURO PRO CAPITE E CI SONO SOLO QUELLI NAZIONALI. CHIEDO TOLLERANZA ZERO E CONTROLLI A TAPPETO IN TUTTA ITALIA”

Notizia n. 871 del 23/06/2018

DA DOMANI IN BAHARAIN IL COMITATO PER IL PATRIMONIO MONDIALE UNESCO VALUTA CANDIDATURA COLLINE DEL PROSECCO CONEGLIANO-VALDOBBIADENE. PRESIDENTE REGIONE, “CE LA GIOCHIAMO FINO IN FONDO. IL NO DEI TECNICI ICOMOS HA MACROSCOPICI ERRORI"

23/giu/2018 | DA DOMANI IN BAHARAIN IL COMITATO PER IL PATRIMONIO MONDIALE UNESCO VALUTA CANDIDATURA COLLINE DEL PROSECCO CONEGLIANO-VALDOBBIADENE. PRESIDENTE REGIONE, “CE LA GIOCHIAMO FINO IN FONDO. IL NO DEI TECNICI ICOMOS HA MACROSCOPICI ERRORI CHE ABBIAMO AMPIAMENTE CONTRODEDOTTO”

Notizia n. 870 del 23/06/2018

DOMANI PRESIDENTE REGIONE A 70° ANNIVERSARIO DELLA CANTINA VITICOLTORI PONTE DI PIAVE (TV)

23/giu/2018 | DOMANI PRESIDENTE REGIONE A 70° ANNIVERSARIO DELLA CANTINA VITICOLTORI PONTE DI PIAVE (TV)

Notizia n. 869 del 22/06/2018

ASSESSORE VENETO ALL’AMBIENTE SU PFAS: “IL VENETO È L’UNICA REGIONE CHE SI È MOSSA, ZANONI INTERVENGA NEI CONFRONTI DI CHI FINORA HA FATTO FINTA CHE IL PROBLEMA NON ESISTESSE"

22/giu/2018 | Gianpaolo Bottacin Così l’assessore all’ambiente della Regione del Veneto risponde a quanto sostiene il consigliere regionale del Pd Andrea Zanoni in riferimento alla scoperta di partite di vongole contaminate da Pfas nell’area del Delta del Po.