Archivio Comunicati
Notizia n. 1838 del 12/11/2019

AMMODERNAMENTO E INNOVAZIONE DELLE STRUTTURE RICETTIVE TURISTICHE: REGIONE DESTINA ULTERIORI 3,5 MILIONI DI EURO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DI PIANURA

12/nov/2019 | La Giunta regionale del Veneto con un provvedimento proposto dall’assessore al turismo, Federico Caner, ha deciso di incrementare ulteriormente la dotazione finanziaria del bando per la concessione di contributi alle piccole e medie imprese di pianura per investimenti innovativi nel settore ricettivo turistico.

Notizia n. 1836 del 12/11/2019

CERVELLI IN FUGA: GIOVEDÌ 14 A VENEZIA PRESENTAZIONE DEI RISULTATI DEL PROGRAMMA DI RIENTRO INN-VENETO – ASSESSORE DONAZZAN, “14 PROGETTI FINANZIATI E 3 MILA PERSONE COINVOLTE”

12/nov/2019 | CERVELLI IN FUGA: GIOVEDÌ 14 A VENEZIA PRESENTAZIONE DEI RISULTATI DEL PROGRAMMA DI RIENTRO INN-VENETO – ASSESSORE DONAZZAN, “14 PROGETTI FINANZIATI E 3 MILA PERSONE COINVOLTE”

Notizia n. 1837 del 12/11/2019

PROTEZIONE CIVILE. GIOVEDÌ 14 NOVEMBRE RIPARTE DA POZZONOVO (PD) SCUOLA SICURA VENETO. ASSESSORE BOTTACIN, “CONTINUA CON SUCCESSO INIZIATIVA CHE PIACE AI COMUNI”

12/nov/2019 | PROTEZIONE CIVILE. GIOVEDÌ 14 NOVEMBRE RIPARTE DA POZZONOVO (PD) SCUOLA SICURA VENETO. ASSESSORE BOTTACIN, “CONTINUA CON SUCCESSO INIZIATIVA CHE PIACE AI COMUNI”

Notizia n. 1835 del 11/11/2019

CIMICE ASIATICA, DROSOPHILA E POPILLIA: APPROVATO EMENDAMENTO DELLA GIUNTA CHE DESTINA 4,5 MILIONI ALLA LOTTA CONTRO INSETTI DANNOSI

11/nov/2019 | CIMICE ASIATICA, DROSOPHILA E POPILLIA: APPROVATO EMENDAMENTO DELLA GIUNTA CHE DESTINA 4,5 MILIONI ALLA LOTTA CONTRO INSETTI DANNOSI

Notizia n. 1834 del 11/11/2019

LAVORO. ATTIVATO TAVOLO REGIONALE PER LA SITUAZIONE AZIENDALE DELLE FONDERIE VDC DI CAMPOSAMPIERO (PADOVA)

11/nov/2019 | LAVORO. ATTIVATO TAVOLO REGIONALE PER LA SITUAZIONE AZIENDALE DELLE FONDERIE VDC DI CAMPOSAMPIERO (PADOVA)

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO APPROVA RIFORMA SANITA’. ZAIA, “PIETRA ANGOLARE DELLA LEGISLATURA. GRAZIE A COMPATTEZZA MAGGIORANZA. ORA PANCIA A TERRA E LAVORARE”.

Comunicato stampa N° 1425 del 20/10/2016
(AVN) Venezia, 20 ottobre 2016

“Con oggi va al suo posto una pietra angolare di tutta la legislatura. Riformare la sanità era un forte impegno elettorale, ma anche una necessità imprescindibile, per rispondere con un’organizzazione ancora più moderna alle sfide poste dalla contrazione dei finanziamenti nazionali, dal crescere dell’aspettativa di vita dei veneti e della loro richiesta di salute, per spostare ancora di più la barra della spesa dalla burocrazia alle cure, per sostenere ancor di più finanziariamente l’innovazione tecnologica e l’investimento sulle professionalità”.

Con queste parole, il Presidente della Regione Luca Zaia commenta l’approvazione, avvenuta nella notte in Consiglio regionale, della riforma della sanità veneta, con la fissazione del numero delle Ullss a nove in tutto (erano 21) e con la nascita dell’Azienda Zero, pensata per la gestione di importanti funzioni amministrative, ora sparse nelle diverse Aziende con costi più elevati.

“Ringrazio la mia maggioranza che ha dato in questo frangente una straordinaria dimostrazione di compattezza nel rispetto degli impegni presi in campagna elettorale – aggiunge Zaia – ringrazio il mio Assessore Coletto e i nostri tecnici che hanno presidiato con spirito collaborativo questi lunghi mesi di aula; ringrazio il Presidente Ciambetti per la sicura conduzione dei lavori; il Presidente della Quinta Commissione Fabrizio Boron e tutti i capigruppo della maggioranza: ringrazio anche le opposizioni per il loro contributo di proposte e idee, alcune accolte, altre no, com’è nella normale dialettica democratica tra maggioranza e minoranza”.

“Potevamo fare prima – aggiunge il Governatore – ma era giusto dare a tutti la più ampia libertà di espressione, sostanziata in decine di sedute e ben più di cento ore di discussione. Tutto ciò che c’era da dire è stato detto, poi la maggioranza ha fatto il suo dovere di Governo e dato ai cittadini le risposte che chiedevano”.

“Ora pancia a terra e lavorare – conclude Zaia – per trasformare il prima possibile le scelte in operatività. Non credo che alla gente interessi più di tanto avere vicino a casa uffici con targhette che smanettano carte, sono invece certo che i veneti vogliono efficienza organizzativa, qualità e razionalità della spesa, certezza di trovare nella loro regione le cure migliori per le proprie patologie. Con questa riforma il sistema sanitario veneto si adegua e progredisce”.


Data ultimo aggiornamento: 20/10/2016

sanità luca coletto luca zaia