vai al contenuto principale
Archivio Comunicati
Notizia n. 274 del 20/02/2019

INCONTRALAVORO: OLTRE 600 OPPORTUNITÀ DI LAVORO PER L'ESTATE 2019, 1.252 LE CANDIDATURE RACCOLTE -ASSESSORE DONAZZAN, "OTTIMO IL LAVORO DEI CENTRI PER L'IMPIEGO"

20/feb/2019 | INCONTRALAVORO: OLTRE 600 OPPORTUNITÀ DI LAVORO PER L'ESTATE 2019, 1.252 LE CANDIDATURE RACCOLTE -ASSESSORE DONAZZAN, "OTTIMO IL LAVORO DEI CENTRI PER L'IMPIEGO"

Notizia n. 272 del 20/02/2019

SCUOLA: ASSESSORE DONAZZAN AGLI STUDENTI DEL CHILESOTTI SCENEGGIATORI DEL SEQUEL DE ‘L’ETÀ IMPERFETTA’, “DIDATTICA E CINEMA, BINOMIO CREATIVO CHE GENERA NUOVA IMPRENDITORIA”

20/feb/2019 | SCUOLA: ASSESSORE DONAZZAN AGLI STUDENTI DEL CHILESOTTI SCENEGGIATORI DEL SEQUEL DE ‘L’ETÀ IMPERFETTA’, “DIDATTICA E CINEMA, BINOMIO CREATIVO CHE GENERA NUOVA IMPRENDITORIA”

Notizia n. 271 del 19/02/2019

VENETO IN GINOCCHIO. OPERATIVO A ROCCA PIETORE IL PRIMO PRESIDIO A SUPPORTO DELLE COMUNITA’ COLPITE DAL MALTEMPO

19/feb/2019 | Inaugurazione a Rocca Pietore (Belluno) il primo presidio operativo a supporto diretto dei territori e delle popolazioni colpite dalla tempesta “Vaia”

Notizia n. 270 del 19/02/2019

VINO: ASSESSORE PAN, “DALL’ISTITUTO SARTOR DI CASTELFRANCO OTTIMI RISULTATI SUI VITIGNI RESISTENTI – ORA EQUIPARARE LE SCUOLE AGRARIE AGLI IMPRENDITORI AGRICOLI”

19/feb/2019 | VINO: ASSESSORE PAN, “DALL’ISTITUTO SARTOR DI CASTELFRANCO OTTIMI RISULTATI SUI VITIGNI RESISTENTI – ORA EQUIPARARE LE SCUOLE AGRARIE AGLI IMPRENDITORI AGRICOLI”

SANITA’: INAUGURATA DA ZAIA NUOVA TERAPIA INTENSIVA OSPEDALE CHIOGGIA. “LA GENTE CHIEDE CURE, MACCHINARI, BRAVI MEDICI, NON UFFICI E SCARTOFFIE. ECCO PERCHE’ RIDUCIAMO LE ULLSS DA 21 A 9. QUI SIETE PIONIERI.

Comunicato stampa N° 1353 del 07/10/2016
(AVN) Venezia, 7 ottobre 2016

“La gente dalla sanità vuole cure, tecnologie, bravi medici, non uffici e scartoffie. E’ per rispondere a questa domanda che abbiamo ridotto le Ullss da 21 a 9 e attiveremo l’Azienda Zero per snellire la burocrazia. Le novità che si susseguono all’ospedale di Chioggia sono la dimostrazione che così le cose funzionano”.

Lo ha detto il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, inaugurando oggi la nuova Terapia Intensiva dell’Ospedale Madonna della Navicella, realizzata con in finanziamento regionale di un milione 170 mila euro. Il reparto, dopo l’inaugurazione del nuovo pronto Soccorso di alcuni mesi fa, va a completare il rinnovamento dell’intero Dipartimento di Emergenza del nosocomio.

Il Governatore ha parlato di fronte a un’affollata platea di cittadini, medici, e operatori sanitari, affiancato dal Commissario dell’Ulss 14 Giuseppe Dal Ben e dai Sindaci di Chioggia, Cavarzere e Cona.

“Prima che prendessimo in mano con Dal Ben la situazione – ha ricordato Zaia – questo ospedale era un cadavere eccellente. Oggi, grazie a tanti investimenti, e altri ne abbiamo in animo, è una struttura modello della sanità moderna: tanta tecnologia, organizzazione, bravi medici e infermieri. Oggi Chioggia è il paradigma virtuoso degli obbiettivi che ci prefiggiamo con la nuova riforma della sanità e pioniera della nuova strutturazione territoriale basata su 9 Ullss in tutto – ha tenuto a sottolineare – perché qui si stanno sperimentando ormai da vari anni i vantaggi che può portare la gestione unica. Quando incaricammo il direttore generale di Venezia di occuparsi anche di Chioggia ricordo polemiche roventi. Oggi sono dimenticate e questo mi fa piacere, perché è evidente che il cambiamento ha portato frutti positivi che sono stati colti dalla realtà sociale chioggiotta”.

Zaia si è augurato che “superato lo scoglio del numero delle Ullss al quale abbiamo dedicato più di trenta sedute e più di 100 ore di discussione, il resto della riforma venga approvato in tempi brevi e senza più ostruzionismi, perché ce la chiede chi ci ha eletto e perché è un punto cardine del mio mandato di Presidente e della maggioranza che mi sostiene e che anche in questo frangente ha dato prova di compattezza e tenacia”.

La nuova Terapia Intensiva di Chioggia è stata realizzata su una superficie di 910 metri quadrati, circa il doppio della precedente, ed è collegata in orizzontale o in verticale con tutti i reparti principali a cominciare dal pronto Soccorso. E’ dotata di macchinari di ultimissima generazione e di otto posti letto, due dei quali isolati per i pazienti infettivi.


Data ultimo aggiornamento: 07/10/2016

luca zaia