RAPPORTO OSSERVASALUTE, CALA ASPETTATIVA DI VITA ITALIANI: ZAIA, “INTRAPRESA UNA CHINA PERICOLOSA. SERVE SERIA SPENDING CON COSTI STANDARD, BASTA TAGLI LINEARI”.

Comunicato stampa N° 581 del 26/04/2016
(AVN) Venezia, 26 aprile 2016

“Ci siamo. Il timore che da almeno due anni esprimo sul futuro della salute degli italiani e dei veneti trova ora conferma autorevole dal Rapporto Osservasalute e da un tecnico al di sopra di ogni sospetto come il direttore dell’Istituto Superiore di Sanità Walter Ricciardi: per la prima volta nella storia d’Italia nel 2015 è scesa l’aspettativa di vita delle persone. La causa è evidente: è mancata una seria spending review fondata sui costi standard. I tagli lineari a cui abbiamo assistito e stiamo ancora assistendo hanno messo in croce sia le Regioni virtuose che, avendo già ottimizzato la spesa come il Veneto, non sanno più dove e cosa tagliare, sia quelle in deficit, alle quali non sono stati dati parametri oggettivi per rientrare come sarebbero stati i costi standard”.

E’ questo il commento del Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ai contenuti del Rapporto Osservasalute 2015 presentato oggi.

“Lo dicevamo da tempi non sospetti – aggiunge Zaia -  la politica dei tagli è cosa diversa da una seria spending e i tagli che si sono susseguiti, e che ancora ci attendono nel futuro, ci hanno portato verso quel 6,5% del Pil dedicato alla sanità che l’Oms indica come soglia sotto la quale inizia a calare l’aspettativa di vita della gente e si prefigura la violazione dell’articolo 32 della Costituzione che sancisce l’universalità delle cure in Italia. Secondo i nostri calcoli sui tagli prospettati avremmo dovuto arrivarci nel 2018, quando in Italia il rapporto Pil spesa sanitaria è previsto al 6,38%. E’ successo prima, e questo è un campanello d’allarme che nessun governante può permettersi di sottovalutare”.

A sostegno di quanto detto, Zaia snocciola una serie di dati: “Fin dal 2014 – fa notare – quanto solennemente scritto nel Patto Nazionale per la Salute (tuttora in vigore non lo si dimentichi) è stato disatteso. Per il 2014 erano previsti stanziamenti per 109 miliardi e 928 milioni e ne furono erogati solo 109. Peggio è andato nel 2015 quando, a fronte di uno stanziamento di 112 miliardi 062 milioni ne sono stati erogati effettivamente 109 miliardi 715 milioni, meno 2 miliardi 347 milioni. La discesa continuerà anche nel 2016, con 111 miliardi assegnati contro i 115 miliardi 444 milioni previsti dal Patto per la Salute e comunque con 2 miliardi 097 milioni in meno rispetto anche all’Accordo del 2 luglio 2015 che il Veneto non sottoscrisse. Il Fondo si toccherà nel 2017 e 2018 con altri 4 miliardi 680 milioni in meno nel 2017 e 6 miliardi 444 milioni nel 2018”.

“Tutti gli studi internazionali – conclude Zaia – indicano che una Nazione che non è in buona salute fatica a progredire anche sul piano economico e sociale. Basterebbe questo per capire che è urgentissima una decisa inversione di rotta verso l’appropriatezza: risparmiare si può e si deve, come dimostrano i conti del Veneto, ma l’obbiettivo non si raggiunge con i tagli”.  


Data ultimo aggiornamento: 26/04/2016

luca zaia
Archivio Comunicati
Notizia n. 1397 del 22/09/2018

STATI GENERALI DELLA PROTEZIONE CIVILE A VERONA. BOTTACIN: “NELLA LEGGE REGIONALE IN VIA DI APPROVAZIONE ULTERIORE RAFFORZAMENTO DEL SISTEMA”

22/set/2018 | Sono iniziati stamani a Palazzo Capuleti gli Stati Generali del Volontariato di Protezione Civile del Veneto, con l'insediamento dei vari tavoli tematici. A dare il via ai lavori gli interventi dell’assessore regionale alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin e del capo Dipartimento Nazionale Angelo Borrelli.

Notizia n. 1396 del 22/09/2018

MONDIALI CICLISMO 2020. CORAZZARI: “LA CANDIDATURA DI VICENZA C’È, CHIEDIAMO AL CONI DI INTERVENIRE PER UN POSTICIPO DELLA DECISIONE”

22/set/2018 | rinvio decisione Lo afferma l’assessore allo sport della Regione Veneto, Cristiano Corazzari, intervenendo nuovamente sulla questione della candidatura di Vicenza a ospitare i Mondiali di ciclismo del 2020.

Notizia n. 1395 del 21/09/2018

NUOVO PIANO REGIONALE DEI TRASPORTI. ASSESSORE DE BERTI: “UN PASSO FONDAMENTALE PER IL VENETO DI DOMANI. SISTEMA DELLA MOBILITÀ DA MONITORARE SENZA SOLUZIONE DI CONTINUITÀ”

21/set/2018 | piano regionale dei trasporti l’assessore alle infrastrutture e trasporti della Regione del Veneto, Elisa De Berti, partecipando stamane a Palazzo Badoer di Venezia al convegno promosso nell’ambito di “Urbanpromo Green”, evento sui temi dell’innovazione e della sostenibilità nella pianificazione urbanistica e territoriale

Notizia n. 1392 del 21/09/2018

“CAMMINO DEL BEATO CLAUDIO”, UN MODO ORIGINALE PER SCOPRIRE, TRA SPIRITUALITÀ E MOVIMENTO, LA PEDEMONTANA TREVIGIANA E VICENTINA

21/set/2018 | sabato e domenica 22 e 23 settembre, sarà inaugurato con una staffetta il “Cammino del Beato Claudio”, intitolato a Claudio Granzotto, frate artista, beatificato nel 1994 da Giovanni Paolo II: 189 chilometri in 6 tappe, percorse una di seguito all’altra dagli atleti del “Durona Trail Team” e da tutti gli amanti della corsa, turisti e pellegrini L’assessore regionale al turismo, Federico Caner e i sindaci dei due Comuni, Riccardo Szumski di Santa Lucia di Piave e Matteo Macilotti di Chiampo (accompagnato dall’assessore allo sport Edoardo Righetto

Notizia n. 1390 del 21/09/2018

PRESIDENTE ZAIA LUNEDÌ 24 PARTECIPA A CONSIGLIO STRAORDINARIO SULLA MARMOLADA, A PUNTA SERAUTA

21/set/2018 | PRESIDENTE ZAIA LUNEDÌ 24 SETTEMBRE PARTECIPA A CONSIGLIO STRAORDINARIO SULLA MARMOLADA, A PUNTA SERAUTA