ESAMI E VISITE ALL’ULSS 17 SI PAGANO ONLINE: PRIMA IN VENETO E TRA LE POCHE IN ITALIA. SI USA IL PORTALE REGIONALE MY PAY.

Comunicato stampa N° 394 del 16/03/2016
(AVN) Venezia, 16 marzo 2016

Dopo lo scarico dei referti e la prenotazione di esami e visite specialistiche, arriva un altro importante servizio online: la possibilità effettuare anche i pagamenti delle prestazioni sanitarie, in particolare esami di laboratorio e visite specialistiche, via web. Ad introdurre questa innovazione, per la prima volta in Veneto e tra le prime realtà della sanità pubblica in Italia, è l'Ulss 17 di Monselice-Este (Padova), che ha scelto di utilizzare l’innovativo portale della Regione Veneto MyPay.
Il nuovo servizio – affidabile, sicuro e facile da utilizzare - garantisce il pagamento online delle prestazioni di laboratorio e ambulatoriali e, presto, di tutti i pagamenti in favore dell’Azienda sociosanitaria della bassa padovana: ticket di pronto soccorso, ricoveri, prestazioni del servizio di prevenzione (servizi veterinari, SIAN, SISP, medicina legale, ecc.).
A sancire l’importanza della novità, presentata oggi dal Direttore Generale Claudio Dario, la presenza a Schiavonia del Vicepresidente  della Regione e dell’Assessore alla Sanità .
“My pay – ha detto il vice-presidente – è per noi un grande orgoglio – già altre Regioni italiane, come Puglia e Campania,  ce l’hanno chiesta in riuso. Con il pagamento dei bolli auto abbiamo già registrato 45 mila transazioni. Le Pubbliche amministrazione venete che già aderiscono sono oltre 400, ma l’Ulss 17 è la prima azienda sanitaria a farlo. Contiamo sia la prima di molte”.
Per l’Assessore alla sanità, “questa novità estende ulteriormente i servizi della sanità digitale, indiscusso fiore all’occhiello del Veneto. Le novità però non finiscono qui, perché, dopo la ricetta digitale che è realtà consolidata (oltre il 90% è dematerializzato), entro la fine del 2016 arriveremo all’apertura del fascicolo sanitario elettronico per tutti i cittadini, che significa meno burocrazia, minori costi, migliori modalità di cura, efficienza diffusa”.
L’Ulss 17 è la prima azienda sociosanitaria veneta che offre tale opportunità ai propri utenti attraverso il  portale regionale MyPay, piattaforma di pagamento della PA che la Regione Veneto ha attivato in collaborazione con Agenzia per l'Italia Digitale (AgID) per metterla a disposizione degli enti pubblici al fine di garantire il pagamento di  prestazioni pubbliche via web. Ciò è possibile grazie al fatto che il Veneto ha costituito un nodo regionale per i pagamenti al quale fanno riferimento attualmente circa 400 amministrazioni pubbliche (in prevalenza Comuni). Il primo risultato è stato, a gennaio 2016, la possibilità del pagamento online del bollo auto.
Da sottolineare infine che l’Azienda ULSS 17 è stata identificata da AgID come sede per la sperimentazione nazionale del servizio di pagamento online delle prestazioni sanitarie anche da mobile.
Come funziona il servizio My Pay.
Per accedere al servizio è sufficiente collegarsi al sito aziendale www.ulss17.it, entrare nell’area “Pagamenti online” e seguire alcune semplici istruzioni. Per l'utente basterà inserire nell’apposita sezione il codice fiscale dell’intestatario della prenotazione/accettazione e il codice di pagamento riportato nel promemoria di prenotazione/accettazione. A quel punto si potrà procedere con la transazione vera e propria, attraverso l’utilizzo di carte di credito, ma anche tramite bonifico (con l'unica accortezza nel caso di quest'ultimo di dover attendere l'effettivo accredito, per sbloccare lo scarico di un referto).
Una volta completato il pagamento, l'utente riceverà via e-mail, all’indirizzo indicato durante il pagamento, il relativo documento fiscale.
Cosa è possibile pagare
Il servizio attualmente consente il pagamento di tutte le prestazioni di laboratorio e ambulatoriali, sia nell'ambito del Servizio Sanitario Nazionale sia in regime di libera professione. Presto sarà progressivamente esteso a qualsiasi tipo di pagamento a favore dell’Azienda ULSS 17, come ad esempio i ticket del Pronto Soccorso, i ricoveri a pagamento e le prestazioni erogate dal Dipartimento di Prevenzione (es. servizi veterinari, SIAN, SISP, Medicina Legale, etc.).
I vantaggi
I vantaggi dell’attivazione del servizio per gli utenti sono davvero notevoli: niente più attese allo sportello, con la possibilità di effettuare il pagamento in qualsiasi momento, 24 ore su 24 inclusi i giorni festivi, e di accedere direttamente alla prestazione senza prima sottoporsi ad attese.
L'infrastruttura tecnologica
Il servizio utilizza l'infrastruttura tecnologica di MyPay, il portale web sviluppato dalla Regione del Veneto per contribuire a semplificare i rapporti tra cittadino e pubblica amministrazione. Il Veneto è stato la prima regione italiana a costituire un nodo regionale dei pagamenti telematici in collaborazione con l’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID), consentendo a più amministrazioni di utilizzare la medesima tecnologia messa a disposizione gratuitamente dalla Regione.
L'utilizzo comune della medesima applicazione consente vantaggi non solo in termini di economie di scala in fase di sviluppo, ma soprattutto di qualità del prodotto realizzato (alla progettazione hanno partecipato più esperti provenienti da enti differenti) e di semplificazione per i cittadini, che possono così utilizzare lo stesso strumento di pagamento con tutte le amministrazioni.
L’Azienda ULSS 17 è stata identificata da AgID come sede per la sperimentazione nazionale del servizio anche da mobile.


Data ultimo aggiornamento: 17/03/2016

luca coletto
Archivio Comunicati
Notizia n. 1289 del 25/09/2017

PFAS. DELL’ACQUA A GREENPEACE: “BENE LE VALUTAZIONI, MA SIAMO COMUNQUE PIU’ RESTRITTIVI DELLA SVEZIA”

25/set/2017 | Arpav PFAS DELL’ACQUA GREENPEACE RESTRITTIVI DELLA SVEZIA Regione del Veneto

Notizia n. 1287 del 25/09/2017

PFAS: PRESIDENTE VENETO. “DA OGGI UFFICIALI LIMITI PIU’ RESTRITTIVI DEL MONDO. GOVERNO MUTO PER 4 MESI NOI ABBIAMO AGITO IN 4 GIORNI”.

25/set/2017 | Pfas Zaia Bottacin Coletto Veneto fissa limiti bassissimi.

Notizia n. 1286 del 25/09/2017

“NONNO ASCOLTAMI!”: VERONA, PADOVA E TREVISO PROTAGONISTE A OTTOBRE DELLA CAMPAGNA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI DISTURBI DELL’UDITO

25/set/2017 | Assessore politiche sociali regione veneto Manuela Lanzarin Verona, Padova e Treviso sono le tre città venete protagoniste della campagna nazionale “Nonno ascoltami!” per la prevenzione dei disturbi dell’udito. La campagna, realizzata da otto anni dall’omologa associazione con il supporto dell’Organizzazione mondiale della sanità

Notizia n. 1284 del 23/09/2017

GOVERNO IMPUGNA LEGGE SULLA BANDIERA DEL VENETO. PRESIDENTE REGIONE: “TRATTATI COME L’ULTIMA COLONIA DELL’IMPERO. RESISTEREMO”

23/set/2017 | Bandiera Regione del Veneto presidente Luca Zaia impugnazione legge consiglio ministri governo resisteremo