APPROVATO BILANCIO VENETO 2016: ZAIA, “PIETRA MILIARE DELLA LEGISLATURA. IL PRIMO NON EREDITATO. GRAZIE A TUTTI, MAGGIORANZA E OPPOSIZIONE”

Comunicato stampa N° 216 del 14/02/2016
(AVN) Venezia, 13 febbraio 2016

“Ringrazio davvero tutti: gli uffici, il Vicepresidente Forcolin, i Consiglieri e il Presidente Finozzi per il gran lavoro fatto in commissione. Grazie anche al Presidente Ciambetti, all’esordio su un documento fondamentale per la vita dei Veneti. Con questo bilancio la legislatura prende ufficialmente il via nel migliore dei modi possibile in una fase congiunturale difficilissima. Una legislatura che ha il suo bilancio, non uno ereditato dalla precedente”.
Con queste parole, il Presidente della Regione Luca Zaia commenta l’approvazione, avvenuta poco fa in Consiglio, del bilancio 2016.
“E’ un bilancio che risponde a tante emergenze – continua il Governatore – a cominciare da 1 miliardo e 100 milioni di euro che vengono liberati e grazie ai quali la Regione onorerà tutti i crediti vantati dalle pubbliche amministrazioni e dai privati”.
“E’ anche un bilancio virtuoso – aggiunge Zaia - che apre una nuova fase nella storia della Regione, su tanti fronti lasciata sola dallo Stato, ma che non lascia soli i suoi cittadini né le maggiori priorità del futuro. Su tutte ci sono stanziamenti significativi, comunque al massimo del possibile: sanità e welfare in generale, scuole paritarie, Province, trasporto pubblico locale, dissesto idrogeologico, infrastrutture, il referendum che faremo per l’Autonomia del Veneto e dei Veneti, che è la stella polare di questa amministrazione che vuole, cerca e chiede un futuro di libertà nel gestire al meglio le tasse che i Veneti pagano”.
Zaia rivolge poi i suoi ringraziamenti sia alla maggioranza che all’opposizione.
“Grazie alla maggioranza – dice il Governatore – per la compattezza, la solidità e la determinazione gettate in campo nella prima vera sfida della legislatura. Grazie anche all’opposizione – conclude Zaia – che, pur nell’ambito di un confronto acceso, ha svolto il suo ruolo con dialettica puntuale aprendo un nuovo corso: la via del confronto e del dialogo sui temi e sulle cose, non quella dello scontro e di un ostruzionismo sinonimi di un fare politica fuori dal tempo. Tutti abbiamo avuto come unico obiettivo l’attenzione alle necessità e alle priorità dei Veneti”.


Data ultimo aggiornamento: 14/02/2016

luca zaia
Archivio Comunicati
Notizia n. 70 del 21/01/2018

COORDINAMENTO SUEM 118 VENETO SU VOLO NOTTURNO ELICOTTERI. “IN CORSO LAVORO SERIO SU UN PIANO CHE NON ESCLUDE NESSUNO”

21/gen/2018 | COORDINAMENTO SUEM 118 VENETO SU VOLO NOTTURNO ELICOTTERI. “IN CORSO LAVORO SERIO SU UN PIANO CHE NON ESCLUDE NESSUNO”

Notizia n. 69 del 20/01/2018

IMPIANTI RISALITA MALGA CIAPELA (BL). ASSESSORE REGIONALE AL TURISMO: “LA LEGGE STATALE VA CAMBIATA”

20/gen/2018 | Federico Caner turismo impianti fune montagna malga ciapela marmolada legge statale cambiare Trentino Alto Adige

Notizia n. 67 del 19/01/2018

SOCIALE. RIPARTITI 18 MILIONI PER EDUCAZIONE E ISTRUZIONE BIMBI FINO A 6 ANNI IN VENETO. ASSESSORE “GIA’ AL LAVORO CON ANCI E FISM PER PROSSIMO BIENNIO”.

19/gen/2018 | SOCIALE. RIPARTITI 18 MILIONI PER EDUCAZIONE E ISTRUZIONE BIMBI FINO A 6 ANNI IN VENETO. ASSESSORE “GIA’ AL LAVORO CON ANCI E FISM PER PROSSIMO BIENNIO”.

Notizia n. 66 del 19/01/2018

MAFIE. ASSESSORE SICUREZZA REGIONE. “IN VENETO LOTTA CULTURALE E FORMATIVA. NESSUNO PUO’ CHIAMARSI FUORI”. GIORNATA DELLA MEMORIA DELLE VITTIME IL 21 MARZO A PADOVA CON 14 SCUOLE E 700 STUDENTI

19/gen/2018 | MAFIE. ASSESSORE SICUREZZA REGIONE. “IN VENETO LOTTA CULTURALE E FORMATIVA. NESSUNO PUO’ CHIAMARSI FUORI”. GIORNATA DELLA MEMORIA DELLE VITTIME IL 21 MARZO A PADOVA CON 14 SCUOLE E 700 STUDENTI