vai al contenuto principale
Archivio Comunicati
Notizia n. 256 del 17/02/2019

SANITÀ: VICEPRESIDENTE FORCOLIN AI COMITATI DI CAORLE E CAVALLINO, “CON PUNTO DI PRIMO INTERVENTO ASSISTENZA IN EMERGENZA ANCHE D’INVERNO”

17/feb/2019 | SANITÀ: VICEPRESIDENTE FORCOLIN AI COMITATI DI CAORLE E CAVALLINO, “CON PUNTO DI PRIMO INTERVENTO ASSISTENZA IN EMERGENZA ANCHE D’INVERNO”

Notizia n. 255 del 15/02/2019

PROSECCO CARPENE’ MALVOLTI PREMIATO ANCHE IN CINA. ZAIA, UNA NUOVA PERLA PER UNA STORIA AZIENDALE DI 150 ANNI

15/feb/2019 | PROSECCO CARPENE’ MALVOLTI PREMIATO ANCHE IN CINA. ZAIA, UNA NUOVA PERLA PER UNA STORIA AZIENDALE DI 150 ANNI

Notizia n. 254 del 15/02/2019

PATRIMONIO: ASSE FRIULI VENEZIA GIULIA-REGIONE VENETO SU FINEST E DEMANIO IDRICO

15/feb/2019 | PATRIMONIO: ASSE FRIULI VENEZIA GIULIA-REGIONE VENETO SU FINEST E DEMANIO IDRICO

OK REGIONI A RIPARTO FONDO SANITARIO 2016. ZAIA, “NONOSTANTE I TAGLI, AL VENETO 96 MILIONI IN PIU’ SUL 2015. BENE INVERSIONE DI TENDENZA VERSO COSTI STANDARD E VIRTUOSITA’”

Comunicato stampa N° 165 del 04/02/2016
(AVN) Venezia, 4 febbraio 2016

Per l’anno 2016 la sanità veneta potrà contare su un finanziamento di 8 miliardi e 769 milioni di euro, ai quali aggiungere 3 milioni 661 mila euro di “premialità” per la buona gestione, per un totale di 96 milioni 661 mila euro in più rispetto al 2015.

E’ quanto prevede l’accordo sul riparto del Fondo Sanitario Nazionale 2016, raggiunto oggi in sede di Conferenza dei Presidenti delle Regioni e Province Autonome riunita a Roma.

“Premesso che la cifra totale a disposizione era largamente inferiore a quella prevista dal Patto Nazionale per la Salute per i tagli apportati dal Governo, e che non sarà comunque facile far quadrare i conti -  dice il Presidente della Regione Luca Zaia – portiamo a casa un aumento significativo, con una per certi versi storica inversione di tendenza verso i costi standard e la virtuosità che chiedevamo da tempo immemore. Il cammino è iniziato, adesso bisogna accelerare su questa strada”

“E’ un buon risultato – aggiunge l’Assessore alla Sanità Luca Coletto – sulla via dei costi standard, finalmente applicati in particolare nella distribuzione del ‘fondino’ della premialità, che l’anno scorso era stato completamente azzerato per essere utilizzato a sostegno delle Regioni in deficit. Oggi la premialità è tornata, seppur in minima parte, grazie proprio alla filosofia dei costi standard”.

“Ora che le Regioni hanno fatto in fretta la loro parte – conclude Coletto – è tutto nelle mani del Governo, che tra l’altro dovrà riconoscere formalmente con un proprio atto l’indicazione delle Regioni benchmark, tra le quali la stessa Conferenza dei Presidenti ha indicato il Veneto”.


Data ultimo aggiornamento: 04/02/2016

luca coletto luca zaia