Archivio Comunicati
Notizia n. 1525 del 22/09/2019

SPUTI A PADOVA A CONSIGLIERE BORON: PRESIDENTE ZAIA, “NON LASCEREMO CORRERE, LA SIGNORA VERRÀ DENUNCIATA”

22/set/2019 | SPUTI A PADOVA A CONSIGLIERE LEGHISTA: PRESIDENTE ZAIA, “NON LASCEREMO CORRERE, LA SIGNORA VERRÀ DENUNCIATA”

Notizia n. 1524 del 20/09/2019

STABILIMENTO WANBAO DI MEL. DONAZZAN, “DOPO IL PRIMO TRAGUARDO DI OGGI, CHIEDEREMO RASSICURAZIONI SUL MANTENIMENTO DELLA PRODUZIONE”

20/set/2019 | STABILIMENTO WANBAO DI MEL. DONAZZAN, “DOPO IL PRIMO TRAGUARDO DI OGGI, CHIEDEREMO RASSICURAZIONI SUL MANTENIMENTO DELLA PRODUZIONE”

Notizia n. 1523 del 20/09/2019

AUTONOMIA. LUNEDI’ A VENEZIA INCONTRO ZAIA-BOCCIA

20/set/2019 | AUTONOMIA. LUNEDI’ A VENEZIA INCONTRO ZAIA-BOCCIA

Notizia n. 1522 del 20/09/2019

DOMANI ZAIA A VALDAGNO PER L’ASSEMBLEA DEGLI INDUSTRIALI DI VICENZA

20/set/2019 | DOMANI ZAIA A VALDAGNO PER L’ASSEMBLEA DEGLI INDUSTRIALI DI VICENZA

Notizia n. 1521 del 20/09/2019

VIOLENZA DONNE: RIPARTO FONDO NAZIONALE DI CONTRASTO, LANZARIN “AL VENETO 1,5 MLN DI EURO, DI CUI UN TERZO PER NUOVE STRUTTURE”

20/set/2019 | VIOLENZA DONNE: RIPARTO FONDO NAZIONALE DI CONTRASTO, LANZARIN “AL VENETO 1,5 MLN DI EURO, DI CUI UN TERZO PER NUOVE STRUTTURE”

NIENTE VISITE DI CONTROLLO A MALATI ONCOLOGICI OPERATI AL SAN BORTOLO DI VICENZA: ZAIA, “MI SCUSO. DECISIONE INAUDITA, SUBITO RIATTIVATE. MANDO GLI ISPETTORI PER INDIVIDUARE IL RESPONSABILE”.

Comunicato stampa N° 112 del 28/01/2016
“Prima di tutto mi scuso io con i pazienti oncologici dell’Ospedale San Bortolo di Vicenza che non hanno ricevuto la visita di controllo post operatoria. Ho dato indicazione al nuovo Direttore Generale Giovanni Pavesi di contattare con urgenza tutte le persone interessate per fissare l’appuntamento e ho chiesto al Direttore Generale della nostra sanità Domenico Mantoan di attivare immediatamente un’approfondita ispezione”.

Lo ha detto il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, oggi a Montecchio Maggiore per la posa della prima pietra dell’Ospedale Unico di Montecchio-Arzignano.

Zaia, durante una trasmissione televisiva a cui partecipava, era stato contattato telefonicamente da una paziente che gli aveva riferito della situazione.

“Sulle prime sono rimasto incredulo – ha detto Zaia – poi abbiamo risolto il problema della signora con l’intervento in diretta di Pavesi e avviato immediate verifiche dalle quali è risultato che in effetti le visite non venivano più erogate”.

“Adesso che abbiamo riattivato questo servizio irrinunciabile – ha concluso Zaia – vogliamo anche andare fino in fondo e individuare il responsabile di una decisione che non sta né in cielo né in terra, attraverso il lavoro dei nostri ispettori”.


Data ultimo aggiornamento: 28/01/2016

luca coletto luca zaia