Archivio Comunicati
Notizia n. 1699 del 17/10/2019

BONIFICA EX-MITENI. BOTTACIN REPLICA A CONSIGLIERI BRUSCO, GUARDA E ZANONI “NESSUNO SCARICA BARILE. LA REGIONE NON HA ALCUNA COMPETENZA MA CHIEDE DI INTERVENIRE IN SOSTITUZIONE DI CHI NON STA FACENDO”

17/ott/2019 | BONIFICA EX-MITENI BOTTACIN REPLICA A CONSIGLIERI BRUSCO, GUARDA E ZANONI NESSUNO SCARICA BARILE LA REGIONE NON HA ALCUNA COMPETENZA MA CHIEDE DI INTERVENIRE IN SOSTITUZIONE DI CHI NON STA FACENDO

Notizia n. 1698 del 17/10/2019

AUTONOMIA. ZAIA, “ANCHE LANDINI DIMOSTRA DI NON CONOSCERE LA VERITA’. PER CAPIRE, GLI METTO A DISPOSIZIONE I GIURISTI DELLA DELEGAZIONE TRATTANTE DEL VENETO”

17/ott/2019 | AUTONOMIA. ZAIA, “ANCHE LANDINI DIMOSTRA DI NON CONOSCERE LA VERITA’. PER CAPIRE, GLI METTO A DISPOSIZIONE I GIURISTI DELLA DELEGAZIONE TRATTANTE DEL VENETO”

Notizia n. 1696 del 17/10/2019

PARI OPPORTUNITÀ: PRIMO CORSO DI FORMAZIONE IN VENETO PER AVVOCATI ANTI-DISCRIMINAZIONE – 90 ISCRITTI, SETTE GIORNATE IN COLLABORAZIONE CON GLI ORDINI PROVINCIALI

17/ott/2019 | PARI OPPORTUNITÀ: PRIMO CORSO DI FORMAZIONE IN VENETO PER AVVOCATI ANTI-DISCRIMINAZIONE – 90 ISCRITTI, SETTE GIORNATE IN COLLABORAZIONE CON GLI ORDINI PROVINCIALI

Notizia n. 1694 del 17/10/2019

COLLINE UNESCO: DOMENICA A PIEVE DI SOLIGO FESTA E INTESA PROGRAMMATICA PARTE IL PERCORSO DI GESTIONE PARTECIPATA DELL'8° SITO VENETO 'PATRIMONIO DELL'UMANITÀ' PROFESSOR RESTUCCI, “IL FUTURO STA NELLE PROPRIE RADICI”

17/ott/2019 | COLLINE UNESCO: DOMENICA A PIEVE DI SOLIGO FESTA E INTESA PROGRAMMATICA PARTE IL PERCORSO DI GESTIONE PARTECIPATA DELL'8° SITO VENETO 'PATRIMONIO DELL'UMANITÀ' PROFESSOR RESTUCCI, “IL FUTURO STA NELLE PROPRIE RADICI”

Notizia n. 1697 del 17/10/2019

OLIMPIADI INVERNALI E INFRASTRUTTURE. ASSESSORE DE BERTI INCONTRA AD DI RETE FERROVIARIA, “MESSE A FUOCO LE RISPETTIVE AZIONI PER ASSICURARE AL VENETO TRASPORTI DEGNI DELL’EVENTO MONDIALE”

17/ott/2019 | OLIMPIADI INVERNALI E INFRASTRUTTURE. ASSESSORE DE BERTI INCONTRA AD DI RETE FERROVIARIA, “MESSE A FUOCO LE RISPETTIVE AZIONI PER ASSICURARE AL VENETO TRASPORTI DEGNI DELL’EVENTO MONDIALE”

SANITA’: COLETTO, “FATTI TUTTI I MONITORAGGI SU INQUINAMENTO DA PFAS SIA SU UOMINI CHE SU ANIMALI E ALIMENTI. ESITI INVIATI A ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA’ PER VAGLIO SCIENTIFICO E INDIVIDUAZIONE EVENTUALI ALTRE AZIONI”.

Comunicato stampa N° 1530 del 09/11/2015
(AVN) Venezia, 9 novembre 2015

“Le conseguenze dell’inquinamento da Pfas in alcuni Comuni delle Ullss Ovest Vicentino, Vicenza, Monselice, Verona e Legnago, determinate da uno sversamento aziendale di competenza della Magistratura, sono costantemente monitorate dai tecnici della Regione. I campionamenti sono già stati tutti inviati all’Istituto Superiore di Sanità, con il quale collaboriamo sin dall’inizio della vicenda, per avere e concordare una valutazione di rischio e le eventuali contromosse da prendere”.
Lo sottolinea l’Assessore regionale alla Sanità Luca Coletto, in relazione alle preoccupazioni circolanti circa la contaminazione da queste sostanze di animali e alimenti.
“Dopo aver immediatamente messo in sicurezza tutti i sistemi acquedottistici che prelevano le acque superficiali e sollecitato con insistenza i titolari di pozzi privati a fare le analisi – ricorda Coletto – abbiamo messo in atto due approfondimenti significativi, sulle persone, sugli animali e sugli alimenti, proprio perché non deve esserci nemmeno un’ombra di dubbio”.
L’Assessore specifica che si tratta di un monitoraggio con prelievo di sangue effettuato alle persone residenti nell’area interessata e a persone certamente non coinvolte, in modo di avere un termine di paragone estremamente approfondito; e di prelievo altrettanto diffusi, seppur naturalmente a campione sugli animali e sugli alimenti.
“Entrambi gli esiti – dice Coletto – sono all’attenzione degli esperti del più elevato interlocutore scientifico d’Italia che è l’Istituto Superiore di Sanità. Nessuna indicazione che ne deriverà verrà sottovalutata e le azioni che verranno eventualmente indicate saranno tempestivamente messe in atto di concerto con l’Iss. Senza un’evidenza scientifica – conclude Coletto – è difficile immaginare di fare più di ciò che è già stato fatto e appena questa arriverà ci comporteremo di conseguenza. L’attendiamo in tempi molto brevi”.


Data ultimo aggiornamento: 09/11/2015

sanità luca coletto luca zaia