CARCERI VENETE. ASSESSORE BENDINELLI: "NON CI RASSEGNIAMO.

Comunicato stampa N° 2428 del 28/10/2014
CARCERI VENETE.

ASSESSORE BENDINELLI: "NON CI RASSEGNIAMO.
IL VENETO CONTINUA A CONTRIBUIRE E A LAVORARE PER RECUPERO E REINSERIMENTO SOCIALE DETENUTI.
APPROVATO BANDO 2014 DI 400 MILA EURO PER INIZIATIVE EDUCATIVE, CULTURALI PER DETENUTI IN CARCERE E IN AREA ESTERNA”


“Non ci rassegniamo. Pur nella difficoltà finanziarie che ci stringono da tutte le parti, la Regione Veneto intende continuare a contribuire con i suoi provvedimenti al recupero e al reinserimento sociale e lavorativo dei detenuti. Lo dimostriamo con una delibera che apre un importante bando per l’anno 2014 per finanziare progetti a favore dei detenuti negli istituti penitenziari del Veneto e di quelli in area penale esterna”.

Lo afferma Davide Bendinelli, assessore regionale ai servizi sociali, informando della delibera approvata oggi dalla Giunta regionale, su sua proposta, e che coinvolge gli enti pubblici e gli organismi provati del volontariato e del terzo settore.

Il lavoro svolge un ruolo fondamentale per il recupero e il reinserimento del detenuto. “Sappiamo bene quanto sia importante il lavoro e la formazione professionale per i detenuti – continua Bendinelli – per dare una vera chance di cambiamento di vita e di prospettiva. Purtroppo sono le cose più difficile da portare nelle carceri – aggiunge – anche se va evidenziato il dato per cui in Veneto lavora il 41% dei reclusi, il valore più alto a livello nazionale, preferibilmente alle dipendenze di un datore esterno all'Amministrazione penitenziaria (28,5%)”.

I 400 mila euro a carico del bilancio regionale 2014 sono destinati per 250 mila a progetti per soggetti adulti e minori in area penale esterna e per 150 mila euro per adulti e minori ristretti in carcere.

Secondo il Dipartimento Statistica Penitenziaria del Ministero della Giustizia al 30 settembre 2014 i detenuti nelle dieci carceri venete erano 2490 di cui 32 in semilibertà e 1361 stranieri (rispetto a una capienza regolamentare che dovrebbe essere di 1957) quindi quasi il 50% in più dei posti disponibili, con punte di sovraffollamento più alte a Vicenza e a Treviso.



Data ultimo aggiornamento: 28/10/2014

servizi sociali davide bendinelli
Archivio Comunicati
Notizia n. 1574 del 17/10/2018

PIAZZA PRESIDENTE ENPAIA, CONGRATULAZIONI DI ZAIA

17/ott/2018 |

Notizia n. 1573 del 17/10/2018

OCCUPAZIONE: IN VENETO ASSEGNO PER IL LAVORO A 9 MILA DISOCCUPATI, IN 3700 HANNO GIÀ TROVATO UN IMPIEGO - ASSESSORE DONAZZAN, “BUON STRUMENTO DI RICOLLOCAZIONE E NON DI ASSISTENZIALISMO”

17/ott/2018 | OCCUPAZIONE: IN VENETO ASSEGNO PER IL LAVORO A 9 MILA DISOCCUPATI, IN 3700 HANNO GIÀ TROVATO UN IMPIEGO - ASSESSORE DONAZZAN, “BUON STRUMENTO DI RICOLLOCAZIONE E NON DI ASSISTENZIALISMO”

Notizia n. 1572 del 17/10/2018

INSULTI A DONAZZAN PER ADESIONE A CAMPAGNA CONTRO UTERO IN AFFITTO. LA SOLIDARIETA’ DI ZAIA, “UN MONDO CIVILE RISPETTA SEMPRE LE IDEE”

17/ott/2018 | INSULTI A DONAZZAN PER ADESIONE A CAMPAGNA CONTRO UTERO IN AFFITTO. LA SOLIDARIETA’ DI ZAIA, “UN MONDO CIVILE RISPETTA SEMPRE LE IDEE”

Notizia n. 1571 del 17/10/2018

SANITA’. COLETTO, “RIDIMENSIONAMENTI AD ADRIA E IN POLESINE? FALSITA’. CORAZZARI, “CONFRONTO SI’, MA NON E’ GIUSTO ACCENDERE PAURE”.

17/ott/2018 | SANITA’. COLETTO, “RIDIMENSIONAMENTI AD ADRIA E IN POLESINE? FALSITA’. CORAZZARI, “CONFRONTO SI’, MA NON E’ GIUSTO ACCENDERE PAURE”.

Notizia n. 1570 del 17/10/2018

AREA MARINA PROTETTA NELL’ALTO ADRIATICO, CORAZZARI: “NESSUNO PENSI DI POTER DISTRUGGERE L’ECONOMIA DELLA PESCA”

17/ott/2018 | È perentoria la risposta dell’assessore al territorio della Regione del Veneto, Cristiano Corazzari, alla paventata ipotesi di istituzione di una vasta area marina protetta SIC - ZPS (Sito di Importanza Comunitaria e Zona a Protezione Speciale), lungo le coste di Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia per la tutela delle specie tursiope e tartaruga marina.