STATISTICA. CRESCE IL TURISMO STRANIERO IN VENETO

Comunicato stampa N° 794 del 27/03/2014
Le provenienze 2013 (AVN) – Venezia, 27 marzo 2014

La crisi economica ha frenato la spinta ai viaggi degli italiani. Complessivamente nel 2013 gli italiani hanno effettuato 63 milioni e 154 mila viaggi con pernottamento, contro i 78 milioni e 703 mila dell'anno precedente (-19,8%). La tenuta del turismo veneto è dovuta al continuo e crescente interesse da parte della clientela estera (+2,4% degli arrivi e +1,2% delle presenze rispetto all’anno precedente) che sopperisce alla riduzione della componente connazionale (-1,3% di arrivi e -6% di presenze) e in particolar modo dei veneti stessi (-2,3% di arrivi e -7,6% di pernottamenti). E’ dedicato all’analisi dell’andamento turistico 2013 in Veneto l’ultimo numero di “Statistiche flash”, pubblicazione periodica curata dalla Sezione Sistema Statistico della Regione.

I dati relativi alle provenienze confermano che i clienti stranieri più affezionati continuano ad essere tedeschi, olandesi, inglesi, francesi, svizzeri e americani. Ma è in continua crescita la presenza di chi arriva dalle cosiddette aree BRIC (acronimo per Brasile, Russia, India e Cina), soprattutto Russia (+17,9% delle presenze) e Cina (+19,1%) che giungono quest’anno rispettivamente al 9° e 13° posto nella graduatoria dei paesi esteri di provenienza per numero di pernottamenti, mentre per numero di turisti la Cina balza addirittura al 5° posto sorpassando anche il Regno Unito.

Nel corso degli anni è cambiata la composizione della clientela. Il fenomeno è più marcato in alcuni comprensori: ad esempio, nelle città d’arte gli stranieri rappresentano ora il 70% della clientela (63% nel 2000), in montagna circa un terzo. Le terme invece, in controtendenza, attraggono sempre più nostri connazionali, passati dal 43% al 65% della clientela, e aumentati dal 2000 dell’86,9% . Denominatore comune di qualsiasi tipo di provenienza è la riduzione della durata media del soggiorno, più o meno marcata a secondo dei casi, e più evidente nel caso dei turisti italiani.

Per quanto riguarda il giudizio complessivo degli ospiti stranieri pernottanti sul soggiorno, l’analisi evidenzia che è molto alto per qualsiasi comprensorio visitato. Tra i fattori più apprezzati figurano l'ambiente, l'offerta d'arte, la sicurezza e la qualità degli alberghi. In coda, invece, e comune denominatore per tutti i comprensori, il giudizio sui prezzi (6,4 il voto medio veneto).


Data ultimo aggiornamento: 27/03/2014

statistiche flash
Archivio Comunicati
Notizia n. 1199 del 16/08/2018

IL CORDOGLIO DEL PRESIDENTE ZAIA PER LA SCOMPARSA DI UN CAMIONISTA DI VICENZA NELLA TRAGEDIA DI GENOVA

16/ago/2018 | Con queste parole il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ricorda Vincenzo Licata, il camionista siciliano che viveva da anni a Vicenza, morto nel crollo del Ponte Morandi a Genova.

Notizia n. 1198 del 16/08/2018

SCOMPARSA DI RITA BORSELLINO: IL RICORDO DEL PRESIDENTE ZAIA

16/ago/2018 | Ricordo Luca Zaia presidente di Rita Borsellino

Notizia n. 1197 del 16/08/2018

CENTO MILA EURO ALL’AREA DEL LITORALE VENETO. FORCOLIN: “DIAMO CONCRETEZZA A UN GRANDE PROGETTO DI SVILUPPO”

16/ago/2018 | La Giunta Regionale ha approvato nell’ultima seduta i criteri e le modalità per la concessione di contributi a sostegno di iniziative che interessano l’area litoranea veneta Cristiano Corazzari stanziato 100 mila euro – spiega il vicepresidente Gianluca Forcolin

Notizia n. 1196 del 16/08/2018

LA REGIONE RISPARMIA 2,6 MILIONI DI EURO GRAZIE AGLI INCENTIVI AL PERSONALE PER REALIZZARE ECONOMIE DI GESTIONE

16/ago/2018 | Ammonta a ben 2,6 milioni di euro il risparmio certificato che la Regione del Veneto ha ottenuto nell’esercizio 2017 attraverso gli incentivi ai dipendenti la cui attività ha prodotto delle economie di gestione Gianluca Forcolin vicepresidente personale bilancio

Notizia n. 1195 del 16/08/2018

GIUNTA REGIONALE ‘LIBERA’ 31,7 MILIONI DI EURO. FORCOLIN: “VIA LIBERA A OPERE E INTERVENTI URGENTI E ATTESI E BOCCATA D’OSSIGENO PER L’ECONOMIA”

16/ago/2018 | Vicepresidente Gianluca Forcolin Ammonta a ben 31,7 milioni di euro la cifra che Regione del Veneto ha “sbloccato” approvando, nell’ultima seduta di Giunta, un provvedimento di variazione del bilancio che consente l’utilizzo di risorse vincolate e accantonate