vai al contenuto principale
Archivio Comunicati
Notizia n. 611 del 20/04/2019

SCHEDE OSPEDALIERE. ASSESSORE REGIONALE ALLA SANITA’: “NESSUNA PENALIZZAZIONE PER LE AZIENDE SANITARIE VICENTINE”

20/apr/2019 | SCHEDE OSPEDALIERE. ASSESSORE REGIONALE ALLA SANITA’: “NESSUNA PENALIZZAZIONE PER LE AZIENDE SANITARIE VICENTINE”

Notizia n. 610 del 20/04/2019

SCUOLE SICURE. PRESIDENTE DEL VENETO: “GRAZIE A NOME DI TANTE FAMIGLIE. I LUOGHI DI STUDIO NON DEVONO ESSERE SPAZI PER I MERCANTI DI MORTE”

20/apr/2019 | SCUOLE SICURE. PRESIDENTE DEL VENETO: “GRAZIE A NOME DI TANTE FAMIGLIE. I LUOGHI DI STUDIO NON DEVONO ESSERE SPAZI PER I MERCANTI DI MORTE”

Notizia n. 609 del 20/04/2019

PFAS. ONLINE UNA NUOVA SEZIONE DEL SITO DI REGIONE VENETO CON TUTTI I MATERIALI RELATIVI ALL’EMERGENZA PFAS

20/apr/2019 | PFAS. ONLINE UNA NUOVA SEZIONE DEL SITO DI REGIONE VENETO CON TUTTI I MATERIALI RELATIVI ALL’EMERGENZA PFAS

Notizia n. 608 del 19/04/2019

PROTEZIONE CIVILE. SPENTO INCENDIO IN COMELICO (BL). L’ASSESSORE REGIONALE, “GRAZIE A TUTTI GLI OPERATORI PER L’OTTIMO LAVORO”

19/apr/2019 | PROTEZIONE CIVILE. SPENTO INCENDIO IN COMELICO (BL) L’ASSESSORE REGIONALE, GRAZIE A TUTTI GLI OPERATORI PER L’OTTIMO LAVORO

Notizia n. 607 del 19/04/2019

SVILUPPO ECONOMICO. 400 DOMANDE PRESENTATE PER IL BANDO SULL’IMPRENDITORIA FEMMINILE. L’ASSESSORE REGIONALE “STRAORDINARIO SUCCESSO: ECCO IL NOSTRO 8 MARZO”

19/apr/2019 | SVILUPPO ECONOMICO. 400 DOMANDE PRESENTATE PER IL BANDO SULL’IMPRENDITORIA FEMMINILE. L’ASSESSORE REGIONALE STRAORDINARIO SUCCESSO: ECCO IL NOSTRO 8 MARZO

CON VIABILITÀ AUTOSTRADALE ORTE – MESTRE APPROVATO DI FATTO PROGETTO NUOVA ROMEA. SCHEDA

Comunicato stampa N° 2080 del 08/11/2013
(AVN) – Venezia, 8 novembre 2013

Il corridoio di viabilità autostradale dorsale Orte – Mestre, identificato dal tratto della E45 compreso tra Orte e Ravenna e dal tratto della E55 tra Ravenna e Mestre, é incluso nell'ambito del progetto TEN - T (Trans European Network Transports). Lo sviluppo complessivo del tracciato è di 396 Km, che si snodano le regioni Lazio, Umbria, Toscana, Emilia Romagna e Veneto, interessando il territorio di 11 provincie e 48 comuni.
Nel tratto Ravenna – Mestre il tracciato costituisce quella Nuova Romea che da decenni è all’attenzione delle Regioni del Veneto ed Emilia Romagna, indispensabile non solo al migliore collegamento sul versante adriatico ma anche per eliminare strozzature e pericoli della attuale insufficiente viabilità e per collegare aree oggi sconnesse dalle grandi reti di trasporto.
Per quanto riguarda il tratto veneto, il CIPE ha accolto tutte le prescrizioni poste dalla Regione. Queste riguardano, tra l’altro, il collegamento con la “Autostrada Regionale Medio Padana Nogara – Mare”; il collegamento tra lo svincolo di Cavarzere e l’attuale Romea a Sant’Anna di Chioggia per garantire il collegamento con il porto e la città di Chioggia. Sono inoltre previsti: in comune di Cavarzere il collegamento con la viabilità ordinaria e con la limitrofa zona artigianale; il completamento dell’adeguamento della S.P “Arzeron” in sinistra Brenta; l’adeguamento delle strade Provinciali S.P. 45 Adria – Loreo – Rosolina e S.P. 46 Adria – Taglio di Po;
Per quanto attiene il tracciato dalla località Lughetto, in comune di Campagna Lupia, alla connessione con il sistema autostradale la soluzione progettuale verrà individuata in sede di progetto definitivo. La Regione del Veneto si impegna in fase di progettazione definitiva a concordare la soluzione con i comuni interessati.
Il progetto, contestualmente alla costruzione dell’opera, dovrà inoltre prevedere interventi di rifunzionalizzazione e messa in sicurezza dell’attuale S.S. 309. Dovrà inoltre privilegiare un’alternativa altimetrica in corrispondenza di Lugo di Campagna con profilo altimetrico in trincea e galleria coperta in luogo dei previsti tratti in rilevato e viadotto, comparando le relative soluzioni sotto il profilo tecnico ambientale.
Per l’attraversamento dell’abitato di Lova, in comune di Campagna Lupia, si dovrà infine verificare prioritariamente la possibilità di un tracciato in galleria o, in subordine, di prevedere l’abbassamento della quota del viadotto, ipotizzando un passaggio a raso sulle sommità arginali esistenti.
L’intervento complessivo approvato dal CIPE prevede la realizzazione/adeguamento del collegamento con caratteristiche di strada tipo A per 281Km e tipo B per 115Km. L’interconnessione con la rete stradale é data da 81 svincoli, dei quali 24 nuovi. Il collegamento a pedaggio prevede l'esazione senza perturbazioni per il traffico con i nuovi sistemi a flusso libero senza barriere. Il progetto ha esaminato le numerose interferenze ed i pareri forniti.
L’importo complessivo del progetto, comprendente anche gli oneri derivanti dal recepimento delle prescrizioni, ammonta a circa 7 miliardi 260 milioni di euro, IVA esclusa, con opere e misure compensative dell’impatto territoriale e sociale per circa 144 milioni. L’opera é totalmente coperta con finanziamento privato non é richiesto alcun finanziamento pubblico, mentre è previsto un periodo di defiscalizzazione: dal 2013 al 2057. La copertura dell’intera operazione avviene proprio grazie alla norma sulla defiscalizzazione, pensata appunto per coinvolgere capitali privati nella realizzazione infrastrutture strategiche.
L’intervento ha ottenuto la Verifica di Impatto Ambientale e tutti i pareri delle varie Sovrintendenze interessate. L’obiettivo è una migliore articolazione dei flussi di traffico Nord - Sud – Nord, dove le autostrade esistenti e in progetto rischiano di raggiungere in pochi lustri livelli di saturazione.


Data ultimo aggiornamento: 08/11/2013

trasporti e viabilità renato chisso