Usi Civici e Norme Urbanistiche


Descrizione del tipo di vincolo


Facendo riferimento agli elementi di vincolo paesaggistico previsti dal D. Lgs 42/2004, a livello di PAT, PI e PTCP va esplicitato anche quello relativo alle "zone gravate da uso civico" di cui alla lettera h) dell'art. 142 del D. Lgs. 42/2004.

I beni di uso civico sono inalienabili, inusucapibili e soggetti al vincolo di destinazione agro-silvo-pastorale; il diritto di esercizio degli usi civici č imprescrittibile.

I terreni di uso civico con destinazione attuale a bosco/pascolo possono subire cambiamenti di destinazione o essere venduti solo con il rilascio di una specifica autorizzazione regionale secondo le procedure previste dall'art. 8 della L.R. 31/94.

Nel caso la vendita avvenga tramite la permuta di terreni di uso civico con terreni patrimoniali, i terreni acquisiti in permuta dal Comune vengono assoggettati al regime giuridico degli usi civici ed entrano a far parte del demanio civico.

Eventuali contratti di alienazione di terreni di uso civico stipulati in assenza dell'autorizzazione di cui all'art. 8 della L.R. 31/94 e all'art. 12 della L.1766/27 sono nulli.

Risulta pertanto necessario che il certificato di destinazione urbanistica riporti la presenza del vincolo di uso civico.

Dinamismo del vincolo


Il vincolo riguardante i terreni di uso civico assume degli elementi di dinamismo determinati da:

  1. avvenuta o meno conclusione del procedimento di accertamento dei terreni di uso civico nei vari Comuni del Veneto;
  2. alienazioni, permute, mutamenti di destinazione (ai sensi dell'art. 8 della L.R. 31/94) e conciliazioni (ai sensi dell'art. 29 della L. 1766/1927), a cui questi terreni possono essere soggetti.

Facendo riferimento al punto 1) tutti i Comuni del Veneto devono provvedere alle operazioni di riordino delle terre di uso civico secondo quanto previsto dell'art. 4 della Legge regionale 31/94. Sono esclusi solo i Comuni per i quali č stata dichiarata l'inesistenza di terre civiche con decreto del Commissario per la liquidazione degli usi civici (vedi L. 1766/1927).

I Comuni per i quali è stata accertata in passato l'esistenza e la relativa consistenza del demanio civico, ai sensi della L. 1766/27, mediante l'adozione di un decreto del Commissario per la liquidazione degli usi civici, devono procedere alla verifica e riordino del proprio demanio civico definendo l'attuale consistenza delle terre civiche ed il loro effettivo stato di fatto.

I Comuni, per i quali non č stato espletato, ai sensi della L. 1766/27, il procedimento atto ad accertare l'esistenza di terre di uso civico appartenenti alle proprie collettività, devono promuovere l'accertamento e il riordino tramite indagini storico-catastali per documentare l'esistenza o meno dei citati terreni.

La situazione aggiornata č illustrata nella tabella c1102150_ComuniUso Civico [file zip 60kb] 

Facendo riferimento al punto 2), l'elenco dei terreni ad uso civico una volta accertati ed approvati con deliberazione di Giunta Regionale puň subire dei cambiamenti. Il vincolo di uso civico, infatti, non č un vincolo assoluto in quanto i terreni possono essere soggetti, previa autorizzazione regionale, ad alienazione, permuta, conciliazione o al mutamento di destinazione.

Individuazione e rappresentazione delle terre di uso civico


Attualmente l'individuazione dei terreni di uso civico viene determinata tramite i seguenti documenti:

  1. elenco catastale cartaceo per i Comuni dove sia presente un decreto emesso dal Commissario regionale per gli usi civici.
  2. elenco catastale cartaceo e file in foglio elettronico formato excel, e in alcuni casi rappresentazione cartografica su supporto cartaceo, per i Comuni dove è stato effettuato l'aggiornamento catastale del decreto commissariale.
  3. elenco catastale cartaceo, file con foglio elettronico in formato excel, rappresentazione cartografica su supporto cartaceo, per i Comuni dove è presente un provvedimento regionale di accertamento e verifica delle terre di uso civico di cui all'art. 4 della L.R. 31/94.
  4. elenco catastale con file in foglio elettronico formato excel dei terreni di uso civico di cui al punto 3 con elementi di aggiornamento per i terreni con provvedimenti di alienazione, permuta, mutamento di destinazione e conciliazione.

La documentazione di cui al punto 1 è costituita da un elenco con riportati gli elementi catastali essenziali (sezione, foglio, numero di mappale, superficie, rendita censuaria, qualità di coltura), accessori (nome del terreno e ubicazione), tipologia di esercizio dell'uso civico, categoria assegnata ai terreni e la superficie totale.

La documentazione di cui al punto 2 è costituita da un elenco di terreni individuati dagli elementi catastali essenziali ed accessori del decreto commissariale e un elenco dei terreni di uso civico individuato dai dati catastali aggiornati agli anni 2003 o 2005, a cui si affianca un campo note con le informazioni relative ai cambiamenti di natura catastale subiti dal mappale o riguardanti la specifica destinazione attuale del terreno.

La rappresentazione cartografica, limitata agli aggiornamenti dell'anno 2005, è costituita da carta catastale in scala 1:2000.

La documentazione di cui al punto 3 è costituita da elenchi catastali riportanti foglio, numero mappale, qualità di coltura, superficie, nonché in un campo note le informazioni relative alla destinazione attuale, variazioni catastali e frazionamenti del mappale, superficie parziale soggetta ad uso civico in caso di mappali non interamente soggetti ad uso civico, estremi dei provvedimenti regionali autorizzativi per mutamento di destinazione, alienazione, ed altre informazioni riguardanti presenza di promiscuità, terreni di uso civico appartenenti ad altro Comune, presenza di comitati frazionali e frazioni.

La rappresentazione cartografica è costituita da carta catastale in scala 1:2000, e catastale proiettato su CTR in scala 1:5000, o 1:10000.

La documentazione di cui al punto 4 è costituta dall'elenco catastale dei terreni di uso civico provenienti dai provvedimenti di accertamento e di verifica che viene aggiornato man mano intervengono autorizzazioni all'alienazione, mutamento di destinazione e conciliazione.

Per la rappresentazione cartografica dei terreni di uso civico negli strumenti urbanistici, vengono messi a disposizione:

  • scheda per la classe c1102171 Vincolo Destinazione Agro-Silvo-Pastorale - Usi Civici (L.R. 31/94)
  • tabella formato excel per la situazione dei procedimenti di riordino nei Comuni del Veneto e il tipo di  documentazione inerente i terreni di uso civico c1102150_ComuniUso Civico [zip 60 kb]
  • tabella formato excel con l'elenco catastale dei terreni di uso civico approvati con provvedimento regionale, con elementi di aggiornamento per i terreni con provvedimenti di alienazione, permuta, mutamento di destinazione e conciliazione c1102160_TerreUso Civico [zip 880 kb].


Data ultimo aggiornamento: 13/06/2013