Specificità territoriale

Al fine di valorizzare il territorio bellunese ed in attuazione dell'articolo 5 della legge regionale n. 11/2001 (Riforma Bassanini), che riconosceva espressamente la specificità della Provincia di Belluno, era stata avviata un'attività di studio per la formulazione di proposte condivise per il conferimento di nuove funzioni alla Provincia. A seguito della L.R. 2/2006 che ha previsto (articolo 3) il trasferimento a Belluno, quale provincia montana, delle risorse finanziarie corrispondenti ai canoni introitati dalla Regione, nonchè il conferimento delle funzioni relative alla gestione del demanio idrico, il percorso è proseguito solo relativamente a tale materia, giungendo all'effettivo trasferimento di risorse e funzioni.

Il percorso deve ora proseguire al fine del riconoscimento della specificità territoriale, anche sulla base del nuovo Statuto regionale che sarà approvato.


Solo con l’approvazione dello Statuto della Regione, la specificità territoriale assume un riconoscimento a livello unitario e, per dare attuazione alle disposizioni statutarie per Belluno ai approva la L.R. 8 agosto 2014, n. 25 “Interventi a favore dei territori montani e conferimento di forme e condizioni particolari di autonomia amministrativa, regolamentare e finanziaria della Provincia di Belluno in attuazione dell’articolo 15 dello Statuto del Veneto”.
Per rispondere alla richiesta della Provincia, di vedere attuato il riconoscimento della specificità sancita dallo Statuto e dalla LR 25/2014, all’interno dell’Accordo quadro siglato nel mese di settembre 2016 tra Regione e Province, è stato previsto, con riferimento a Belluno, la costituzione d un Tavolo tecnico che si è già riunito più volte.
Secondo l’iter previsto dalla LR 25/2014 è necessaria l’adozione di una DGR/CR della Giunta regionale, che richiede il parere della competente Commissione consiliare) contenente:
a) la ricognizione delle funzioni di carattere unitario che la Regione vuole mantenere a sé, in quanto attinenti agli obiettivi della programmazione regionale, al rispetto della normativa statale, al rispetto dei vincoli derivanti dall’ordinamento UE e dagli obblighi internazionali;
b) l’individuazione delle funzioni da conferire alla Provincia di Belluno con le relative risorse finanziarie, umane e strumentali.
Il trasferimento di funzioni a Belluno richiede altresì la modifica delle leggi regionali di settore.


Percorso specificità territoriale [pdf 39,9 KB]



Data ultimo aggiornamento: 09/11/2017