L'Alternanza Scuola Lavoro
in ambito culturale

L’Alternanza Scuola-Lavoro (ASL) è un’esperienza lavorativa che gli studenti dal 3° al 5° anno delle scuole secondarie di secondo grado maturano, alternando periodi di studio con periodi di lavoro. La finalità è quella di far loro acquisire competenze non solo teoriche, ma anche pratiche, mentre gli enti che accoglieranno gli studenti hanno l’opportunità di beneficiare della loro vivacità mentale e forza creativa..
immagine decorativa: gruppo di persone stilizzato

La Regione del Veneto, che già nel 2016 ha sottoscritto un Protocollo d’intesa a sostegno dell’ASL con diversi enti pubblici e privati, nel 2017 ha siglato un ulteriore Protocollo (“Protocollo di Intesa tra la Regione del Veneto e l'Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto per una collaborazione formativa in materia di Beni e Attività culturali nell'ambito dell'Alternanza Scuola-Lavoro”) con l’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto per attivare una specifica collaborazione per promuovere nei licei l’ASL in ambito culturale. I ragazzi dei licei, che sono chiamati ad almeno 200 ore di attività lavorativa, potranno così conoscere in modo integrato e interdisciplinare il patrimonio culturale veneto ed usufruire di opportunità formative di alto profilo.

L’obiettivo è quello di offrire agli studenti opportunità di potenziamento formativo, favorendo l’acquisizione di competenze che li orientino nelle scelte post diploma, siano esse legate all’ambito scolastico, sia lavorativo.

La Direzione Beni Attività Culturali e Sport ha il compito di agevolare la comunicazione tra il mondo della scuola e quello degli istituti culturali e di spettacolo.

  • IL SENSO DELL'ALTERNANZA:
    innovazione, connessioni, cambiamento:


 immagine decorativa: guida per gli enti

GUIDA PER GLI ENTI
all’Alternanza in ambito culturale

I percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro presso gli enti culturali e di spettacolo sono un’occasione importante e concreta per aprire le porte ai giovani, farsi conoscere da loro, dai loro insegnanti, dalle loro famiglie. È un’opportunità di diffondere la cultura, ricevere l’apporto di idee nuove, collaborare con il mondo della scuola in maniera continuativa e costruttiva, migliorare l’immagine del proprio ente come luogo di crescita formativa, contribuire alla formazione dei giovani.
Permette ai ragazzi della scuola tra i 15 e i 18 anni di entrare in contatto diretto con un ambiente professionale e con le esigenze organizzative e gestionali che sottostanno alla conservazione del patrimonio, alla sua valorizzazione, alla realizzazione di iniziative e progetti legate al mondo della cultura.

 

  • Chi può attivare i percorsi in ambito culturale:

  • I requisiti che devono avere gli enti:

  • Come proporsi, accogliere una richiesta, attivare i percorsi:

  • Oneri della scuola:

  • Oneri degli enti ospitanti:

  • Cosa si può fare:

  • Costi:


 immagine decorativa: buone pratiche

BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA

Si riportano qui di seguito alcuni esempi di progetti che si possono attuare all’interno dell’Alternanza Scuola-Lavoro.


immagine decorativa: segnaposto per mappa

I SOGGETTI CULTURALI INTERESSATI ALL’ALTERNANZA

Le mappe interattive che seguono, divise per materie, tracciano una panoramica degli istituti culturali che offrono Alternanza Scuola-Lavoro sul territorio.
Cliccando sui segnaposto associati a ciascun istituto si ottengono informazioni per eventuali contatti e collegamenti ai siti ufficiali.


Archivi


Apri la mappa a schermo intero in una nuova finestra


Attività culturali e Spettacolo

Apri la mappa a schermo intero in una nuova finestra


Biblioteche

Apri la mappa a schermo intero in una nuova finestra


Cinema

Apri la mappa a schermo intero in una nuova finestra


Musei

Apri la mappa a schermo intero in una nuova finestra


 immagine decorativa: lente d'ingrandimento

RIFERIMENTI NORMATIVI


Provvedimenti regionali

Normativa nazionale

 

 immagine decorativa: lampadina

LINK E INDIRIZZI UTILI

SITI DI INTERESSE

ClicLavoro Veneto
Portale d’accesso ai servizi e alle informazioni online sulle tematiche Lavoro, Formazione e Istruzione.

Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto
L'Ufficio Scolastico Regionale è un ufficio periferico del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca con diversi compiti. Tra questi, il rispetto delle norme sull'istruzione e l'attuazione delle politiche nazionali per gli studenti.


INDIRIZZI UTILI

Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto (sede centrale):
Riva de Biasio - S. Croce 1299, 30135, Venezia; direzione-veneto@istruzione.it; tel. 041 2723111;

Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto (sedi decentrate):

  • Ufficio Ambito Territoriale (UAT) della provincia di Belluno
    via Mezzaterra n. 68, 32100, Belluno; usp.bl@istruzione.it; tel. 0437 943492;
     
  • Ufficio Ambito Territoriale (UAT) della provincia di Padova
    via delle Cave n.180 (zona Brusegana, via dei Colli), 35136, Padova; usp.pd@istruzione.it; tel. 049 8208832;
     
  • Ufficio Ambito Territoriale (UAT) della provincia di Rovigo
    via Don Giovanni Minzoni n. 15, 45100, Rovigo; usp.ro@istruzione.it; tel. 0425 427517;
     
  • Ufficio Ambito Territoriale (UAT) della provincia di Treviso
    via Cal di Breda n. 116 (Edificio 4), 31100, Treviso; usp.tv@istruzione.it; tel. 0422 4297;
     
  • Ufficio Ambito Territoriale (UAT) della provincia di Verona
    viale Caduti del Lavoro n. 3, 37124, Verona; usp.vr@istruzione.it; tel. 045 8086511;
     
  • Ufficio Ambito Territoriale (UAT) della provincia di Vicenza
    Borgo Scroffa n. 2, 36100, Vicenza; usp.vi@istruzione.it; tel. 0444 251111.

 

 



Data ultimo aggiornamento: 07/11/2017

Percorsi


Siti tematici


Contenuto Html