Contenimento del Consumo di Suolo

Il 29 maggio 2017, il Consiglio regionale del Veneto ha approvato la Legge finalizzata al contenimento del consumo di suolo (Progetti di legge n. 14, 40 e 44) .

La legge regionale 6 giugno 2017, n. 14, pubblicata sul BUR del 9 maggio 2017, ed entrata in vigore il 24 giugno 2017, promuove un processo di revisione sostanziale della disciplina urbanistica ispirata ad una nuova coscienza delle risorse territoriali ed ambientali; in particolare la nuova disciplina mira a ridurre progressivamente il consumo di suolo non ancora urbanizzato, in coerenza con l'obiettivo europeo di azzerarlo entro il 2050.

La legge regionale mette in atto le azioni per un contenimento di consumo di suolo, stabilendo che tale obiettivo sarà gradualmente raggiunto nel corso del tempo e sarà soggetto a programmazione regionale e comunale.

Particolare rilievo nell’impianto normativo della legge rivestono le previsioni volte alla riqualificazione edilizia ed ambientale e alla rigenerazione urbana, che prevedono forme ed azioni quali la demolizione di opere incongrue o di elementi di degrado, il recupero, la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente e lo sviluppo di tipologie edilizie urbane a basso impatto energetico e ambientale. A tal fine viene istituito un fondo regionale per la rigenerazione urbana e per le spese di progettazione e demolizione delle opere incongrue.


Con provvedimento n. 668 del 15 maggio 2018, la Giunta regionale del Veneto ha approvato la definizione, ai sensi dall’art. 4 della legge regionale n. 14/2017, della quantità massima di consumo di suolo ammesso nel territorio regionale e la sua ripartizione per ambiti comunali o sovracomunali omogenei
Con provvedimento n. 1325 del 10 settembre 2018, la Giunta regionale del Veneto ha definito, ai sensi dell’art. 4 della legge regionale n. 14/2017, la quantità massima di consumo di suolo ammesso per i ventinove comuni che hanno trasmesso tardivamente i dati e per i comuni inadempienti.
Ai sensi dell’articolo 13 della citata legge regionale n. 14/2017, i comuni, entro 18 mesi dalla pubblicazione nel BUR del provvedimento di Giunta regionale, dovranno approvare una variante di adeguamento dello strumento urbanistico generale (PRG o PAT) secondo le procedure semplificate di cui all’articolo 14 della medesima legge regionale.

In applicazione alle disposizioni contenute nella DGR n. 668/2018, pubblicata nel BUR n. 51 del 26 maggio 2018, e nella DGR n. 1325/2018, pubblicata nel BUR n. 97 del 25 settembre 2018, ai fini della correttezza dei dati trasmessi e in attuazione del principio di trasparenza, si restituiscono, sotto forma di foglio elettronico, i dati forniti da ogni singolo Comune utilizzati per l’elaborazione del citati provvedimenti di individuazione della quantità massima di consumo di suolo ammesso nel territorio regionale.

ATTENZIONE: La consultazione si attiva con l’inserimento del codice ISTAT del Comune

Il documento di restituzione dei dati ha mero valore riepilogativo delle schede compilate, sottoscritte e trasmesse dai Comuni. Eventuali errori o discordanze tra i dati scaricabili da questa pagina e quelli ufficialmente trasmessi dai Comuni potranno essere comunicati all’indirizzo pianificazioneterritoriale@regione.veneto.it, indicando nell’oggetto “Dati conoscitivi LR14/2017 – segnalazione errori o discordanze”.


Nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 98 del 28 settembre 2018 è stata pubblicata la Deliberazione n. 1366 del 18 settembre 2018 con la quale la Giunta regionale ha approvato le "Precisazioni ed integrazioni in materia di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) alla deliberazione di Giunta Regionale n. 668 del 15 maggio 2018 recante: Individuazione della quantità massima di consumo di suolo ammesso nel territorio regionale ai sensi dell'articolo 4, comma 2, lettera a) della legge regionale 6 giugno 2017" 


Varianti di adeguamento alla legge regionale 14 del 2017 sul contenimento del consumo di suolo del Vneto

Varianti di adeguamento agli strumenti urbanistici generali


Vedi anche > Monitoraggio della pianificazione territoriale e urbanistica


Gli uffici regionali sono a disposizione di tutti i comuni che necessitino di avere chiarimenti sull'argomento o più in particolare sulle modalità del previsto adeguamento dei piani.
Segreteria:  041 279 2139



Data ultimo aggiornamento: 11/12/2018



Data ultimo aggiornamento: 26/11/2018