Progetti transnazionali di cooperazione

Il mare Adriatico rappresenta, nel contesto europeo, un'area geografica di rilevanza strategica nella quale il settore ittico occupa una posizione di assoluto rilievo nella comune matrice culturale e nei sistemi economici costieri.

In esso, tuttavia, permangono importanti barriere di tipo strutturale, economico e legislativo che separano gli operatori della pesca della costa italiana da quelli della costa orientale, nonostante la vicinanza geografica e l'incalzare del processo di allargamento dei confini dell'Unione Europea. 

E' quindi emersa la necessità di una stretta cooperazione transfrontaliera e interregionale che miri alla riduzione dei disequilibri fra le due sponde e che valorizzi gli interessi delle comunità rivierasche, per la protezione delle risorse ittiche condivise, per il mantenimento delle componenti artigianali dei locali distretti di pesca e per la promozione coordinata della qualità delle produzioni alto-adriatiche. Queste attività di cooperazione sono state realizzate mediante i progetti di seguito descritti:

Progetto Adri.Fish
Finanziato nell'ambito del Programma Interreg IIIB CADSES, ha permesso lo studio dell'economia ittica dell'area alto adriatica e la realizzazione di una serie di iniziative per la qualificazione dei prodotti ittici dell'Alto Adriatico. Tra le varie attività si ricorda l'istituzione di un Osservatorio Socio Economico della Pesca dell'Alto Adriatico con il compito di rilevare ed elaborare dati concernenti aspetti produttivi, occupazionali e di consumo relativi al comparto ittico.

Progetto ADRI.BLU 
Finanziato nell'ambito del Programma Interreg IIIA Transfrontaliero Adriatico, il progetto ha permesso la creazione di un contesto favorevole allo sviluppo delle PMI del settore ittico mediante l'integrazione e l'armonizzazione transfrontaliera delle politiche della pesca, il coordinamento e la gestione responsabile del settore, l'incremento delle risorse alieutiche, la creazione di opportunità di innovazione e diversificazione delle attività tradizionali e la qualificazione degli operatori del settore.

Progetto FISH.LOG
Finanziato nell'ambito della Legge della R.I. n. 84/2001 art. 7, ha permesso la costruzione di due mercati ittici, completi delle infrastrutture logistiche ad essi collegate, e la predisposizione di un sistemi di gestione della commercializzazione dei prodotti ittici in due località della Croazia: Pore? (Parenzo) e Rijek Fiume).

Progetto CONNECT
Finanziato nell'ambito della Legge della R.I. n. 84/2001 art. 7, ha permesso di promuovere lo sviluppo delle PMI costiere adriatiche balcaniche del settore ittico, mediante il collegamento tra i diversi componenti del sistema imprenditoriale della filiera ittica sulle basi di un network unitario adriatico.

Progetto CORIN
Co-finanziato dalla Commissione Europea nell'ambito del programma 'Regioni della Conoscenza - 2" del 6° Programma Quadro di ricerca e sviluppo 2002-2006. L'iniziativa parte dalla consapevolezza che le Regioni possono giocare un ruolo importante e fornire un contributo chiave per il raggiungimento degli obiettivi dell'Unione Europea anche sui temi della promozione della ricerca e dell'innovazione.
L'obiettivo strategico del progetto CoRin è il miglioramento delle politiche e dei processi di governance del settore primario regionale a favore della ricerca e dell'innovazione. 

Progetto ECOSEA 

Finanziato nell'ambito del programma IPA Adriatico 2007-2013, si propone l'obiettivo di favorire e predisporre le condizioni di contesto per promuovere un processo permanente di protezione e miglioramento degli ambienti marini e costieri, basato sulla gestione sostenibile delle attività di pesca e su interventi diretti di incremento delle risorse ittiche e della biodiversità, in modo da migliorare concretamente la condizione generale dell'ambiente marino e al tempo stesso garantire una prospettiva di sviluppo sostenibile per le popolazioni costiere dipendenti dalla pesca, coerentemente con i principi di Lisbona e Goteborg. I partner di progetto sono le Regioni italiane Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Marche, Abruzzo, Puglia, le Contee Croate di Fiume e Zara, il Ministero dell'Ambiente Albanese oltre alla Regione del Veneto in qualità di Capofila. Il progetto ECOSEA è iniziato il 1° ottobre 2012 e si concluderà il 30 settembre 2016. 

Per maggiori informazioni sui progetti consultate il sito: www.ecosea.eu



Data ultimo aggiornamento: 02/10/2015

Siti tematici


Data ultimo aggiornamento: 11/10/2017