ALTRE NOVITA' NITRATI 

Torna a Nitrati 

 

Elenco limiti MAS di azoto specifici per ogni coltura
(aggiornamneto marzo 2019)

Elenco colture MAS



APP Nitrati per lo spandimento effluenti, digestati e concimi azotati

 

È disponibile la nuova applicazione per dispositivi smartphone, iPhone e tablet, sviluppata nell’ambito dell’Accordo di collaborazione tra Regione del Veneto e ARPAV.Scaricando la APP “ARPAV Nitrati”, si può consultare in via immediata una versione semplificata del Bollettino “Agrometeo Nitrati”. scarica la APP dal sito di ARPAV, oppure direttamente da Google PlayAppleStoreWindowsMarketplace)

La APP segnala la possibilità o il divieto di spandimento tramite il “segnale verde” o il “segnale rosso”, per il giorno stesso di emissione del bollettino ed il giorno successivo. Per il terzo e quarto giorno viene indicata una previsione tendenziale (in colore verde chiaro o rosa) da confermare sulla base dei bollettini successivi.

(collegati al bollettino)

AVVERTENZA. Le indicazioni fornite tramite le modalità anzidette non esauriscono le possibili congiunture in cui può essere emanato un divieto temporaneo di spandimento dei liquami zootecnici, quando stabilito con le Ordinanze dei singoli Comuni in applicazione dell’Accordo Bacino Padano per la tutela dell’atmosfera dall’inquinamento da PM10.




Dichiarazione di non utilizzo di materiali autorizzati in digestione anaerobica

Negli impianti di digestione anaerobica con un piano di alimentazione che prevede anche l’uso di materiali da cui origina un “digestato agroindustriale” è possibile, in base alle scelte aziendali effettuate, non impiegare tutte le tipologie di materiali autorizzati al trattamento.
Nel caso vengano impiegate solo alcune di tali matrici, con produzione di un digestato qualificabile come “agrozootecnico”, l’utilizzo di quest’ultimo ai fini agronomici è ammesso come tale purché il gestore alleghi alla Comunicazione di spandimento la dichiarazione di “non utilizzo di materiali autorizzati”, secondo il modello approvato con l’allegato A al DDR n. 42 del 3 aprile 2017.



 

Termini per l'anno 2017 Compilazione PUA e registro web delle concimazioni

Termini per l'anno 2017 Compilazione PUA e registro web delle concimazioni
Con la Delibera di Giunta Regionale n. 1115 del 13.07.2017 è stata approvata la dilazione dei termini, limitatamente al corrente anno 2017, per la predisposizione in forma definitiva dei Piani di Utilizzazione Agronomica (PUA) e per l’apertura e l’annotazione degli interventi di fertilizzazione nel Registro delle Concimazioni come di seguito indicato.
Nuove Scadenze

31 luglio 2017
Predisposizione in forma definitiva (allo stato “confermato”) dei Piani di Utilizzazione Agronomica (PUA).

31 luglio 2017
Apertura del Registro delle concimazioni e annotazione degli interventi di fertilizzazione già effettuati, nel caso dei soggetti non tenuti alla predisposizione del PUA .

16 agosto 2017
Apertura del Registro delle concimazioni e annotazione degli interventi di fertilizzazione già effettuati, nel caso dei soggetti tenuti anche alla predisposizione del PUA, nonché nel caso dei soggetti che, avendo concesso terreni in assenso (concedenti), hanno un registro collegato con quello degli agricoltori (concessionari) che sulle medesime superfici effettuano gli spandimenti di effluenti dichiarati nel PUA .
Si ricorda agli interessati che gli interventi da riportare nel registro web delle concimazione entro le date sopra segnalate sono quelli già realizzati dall’azienda agricola a partire dal 1 gennaio 2017. Gli ulteriori successivi aggiornamenti del registro web delle concimazioni devono essere riportati entro 30 giorni dalla data di esecuzione in campo delle fertilizzazioni azotate (organiche o di sintesi).



Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà per le aziende vitivinicole che producono quantità di acque reflue inferiori a 1000 m³/anno.

In seguito alle modifiche normative introdotte dal DM 25 febbraio 2016 e dalla DGR n. 1835 del 25 novembre 2016, sono previste procedure semplificate a beneficio delle aziende vitivinicole che producono quantitativi di acque reflue uguali o inferiori a 1000 m³/anno corrispondenti a quantità totali di azoto entro 250 kg, per apporti massimi ad ettaro di 100 m³/anno su terreni agricoli in disponibilità delle medesime aziende (art. 29 c. 4 della DGR 1835/2016).
L’applicativo nitrati A58-Web, unica modalità gestionale per compilare la “dichiarazione di non rilevanza” disponibile all’indirizzo http://web1.regione.veneto.it/ModelloUnicoWeb del portale PIAVe, recepisce gli aggiornamenti normativi tramite le modalità informatizzate di gestione delle comunicazioni ai sensi dell’art. 24 commi 3,7 e 14 della DGR 1835/2016.



Dichiarazione di non utilizzo di materiali autorizzati in digestione anaerobica

Negli impianti di digestione anaerobica con un piano di alimentazione che prevede anche l’uso di materiali da cui origina un “digestato agroindustriale” è possibile, in base alle scelte aziendali effettuate, non impiegare tutte le tipologie di materiali autorizzati al trattamento.
Nel caso vengano impiegate solo alcune di tali matrici, con produzione di un digestato qualificabile come “agrozootecnico”, l’utilizzo di quest’ultimo ai fini agronomici è ammesso come tale purché il gestore alleghi alla Comunicazione di spandimento la dichiarazione di “non utilizzo di materiali autorizzati”, secondo il modello approvato con l’allegato A al DDR n. 42 del 3 aprile 2017.



Invio alla Provincia della Comunicazione Nitrati

 Dalla data di approvazione della DGR 14 marzo 2017, n. 293, non vi è più l’obbligo dell’invio della “Comunicazione Nitrati”, nonché delle successive modifiche di aggiornamento e integrazione, tramite lo Sportello unico per le attività produttive (SUAP); tali istanze possono essere inoltrate direttamente alla Provincia.
Ai fini della compilazione della Comunicazione e dell’eventuale documentazione correlata devono essere impiegate le procedure informatiche rese disponibili dalla Regione del Veneto (software A58-web – “Applicativo Nitrati”). I suddetti documenti, predisposti con tali modalità, dovranno essere stampati e sottoscritti dal dichiarante (ove previsto); la loro scansione, corredata di documento di identità valido, deve essere fatta pervenire alla Provincia tramite Posta Elettronica Certificata (PEC).
Resta salvo, invece, l’obbligo di presentare mediante il SUAP le “Comunicazioni Nitrati” in fase di rilascio dell’Autorizzazione Unica Ambientale (AUA). Per quanto riguarda le modifiche di aggiornamento alla Comunicazione successive al rilascio dell’AUA, le stesse potranno essere inoltrate secondo le procedure sopra indicate per l’invio diretto alla Provincia, senza dover obbligatoriamente transitare attraverso il SUAP territorialmente competente


 
Adempimenti spandimenti 2017: compilazione PUA e Registro delle Concimazioni

Con l’avvio delle operazioni di spandimento agronomico degli effluenti e dei fertilizzanti azotati per l’anno 2017, si ricorda agli interessati l’adempimento normativo, ai sensi della DGR n. 1835 del 25 novembre 2016, riguardante la predisposizione del Piano di Utilizzazione Agronomica e la compilazione del Registro delle Concimazioni per la registrazione degli interventi di fertilizzazione azotata tramite le rispettive applicazioni informatiche all’interno del Portale PIAVe all’indirizzo http://www.piave.veneto.it.



Comunicazione divieti stagionali per la distribuzione agronomica 

Zone Ordinarie:
In data 15.02.2017 il periodo stagionale di divieto per lo spandimento dei liquami, acque reflue e deiezioni essiccate di avicunicoli, compresa la pollina disidratata, è concluso. Le attività si possono svolgere nel rispetto di quanto prescritto agli art. 4 e 5 allegato A) della DGR del 25 novembre 2016, n. 1835.
 
Zone Vulnerabili ai Nitrati:

Fino al giorno 28 febbraio 2017 permane il divieto per:
1) le deiezioni degli avicunicoli essiccate con processo rapido;
2) i liquami, i materiali ad essi assimilati e per le acque reflue su terreni senza copertura vegetale.


Per tutte le altre tipologie di materiale fino a fine febbraio il servizio Agrometeo Nitrati dell’ARPAV permane attivo quale strumento indicativo previsionale per orientare le attività di spandimento agronomico nel rispetto del Codice di Buona Pratica Agricola.  


 

Comunicazione acque reflue nel caso di digestato di sola biomassa vegetale

Il materiale derivante dalla digestione anaerobica di sola biomassa vegetale viene ora definito “digestato agrozootecnico” (DM 25 febbraio 2016) e diviene soggetto alle medesime disposizioni gestionali ed amministrative che già regolamentavano l’uso del digestato contenente effluenti di origine zootecnica. Alla luce di quanto sopra segnalato, le aziende che normalmente predisponevano la “comunicazione acque reflue” per il digestato di sola biomassa vetegale ora devono compilare una nuova comunicazione per lo spandimento agronomico del “digestato agrozootecnico”. Considerato che l’applicativo nitrati A58-Web è attualmente in fase di rilascio e tenuto conto dell’avvio stagionale della fase di spandimento agronomico dei materiali digestati, sono fatte salve le informazioni già comunicate dalle aziende in argomento in merito alla quantità di azoto annualmente distribuite, ai terreni già indicati, nonché alle modalità gestionali descritte con la comunicazione acque reflue.



Torna a Nitrati

 

 



Data ultimo aggiornamento: 18/03/2019

Percorsi


Siti tematici


Contenuto Html