Urbanistica

Materia

La Strategia Europa 2020 rappresenta il documento di riferimento per l’implementazione delle politiche in materia di territorio, urbanistica, energia e ambiente.
Una delle tre priorità riguarda puntualmente la crescita sostenibile, con riferimento alla necessità di promuovere un'economia più efficiente sotto il profilo dell’uso delle risorse, più verde e più competitiva.
In particolare i traguardi del "20/20/20" in materia di clima/energia vengono posti come riferimento minimo (compreso un incremento del 30% della riduzione delle emissioni se le condizioni lo permettono) ed ognuno Stato membro dovrà porre in atto politiche e azioni in grado di conseguire tali risultati.
Rispetto al raggiungimento di questi obiettivi la Sezione Urbanistica ha competenze residue di carattere regolativo e pianificatorio con riferimento all’ambiente costruito in generale, ma non gestendo finanziamenti per progetti finalizzati alla riduzione dei consumi energetici degli edifici o per la produzione di energie da fonti rinnovabili, limiterà la propria adesione al GPP per i propri acquisti di beni e servizi, inserendo nei propri documenti di gara/procedure selettive le specifiche tecniche contenute nei Criteri Ambientali Minimi adottati dal Ministero dell’Ambiente della tutela del territorio e del mare.
La Sezione Urbanistica, anche in relazione alle attività in corso, si propone di definire delle linee guida e atti di indirizzo finalizzate al miglioramento dei processi costruttivi edilizi, all’uso di tecniche e materiali eco-compatibili, allo studio di involucri edilizi a basso consumo energetico.



Attività - Politiche sostenibili:

Il tema della sostenibilità energetica ed ambientale è un tema che la Regione del Veneto tratta in modo trasversale, attraverso la certificazione energetica e ambientale, la pianificazione energetica regionale, la regolamentazione delle caratteristiche ambientali e ecologiche dei materiali da costruzione, le valutazioni esperte sui progetti e piani (VAS, VINCA, VIA, ecc.)
Molte di queste attività sono gestite, nell’esercizio delle proprie competenze, da differenti Dipartimenti e Sezioni regionali. Tuttavia il tema delle Smart Cities e della Rigenerazione Urbana Sostenibile, finalizzata ad un corretto uso delle risorse nell’ottica della sostenibilità dell’intero processo produttivo, è affidata all’azione 08.01.02 della Missione 08, Programma 08.01 “Urbanistica e Assetto del Territorio”del DEFR 2016-2018, con la quale si prevede l’uso di fondi comunitari per azioni e politiche orientate alla riduzione dell’impatto ambientale degli insediamenti e del loro consumo di risorse energetiche e ambientali.
Su questi temi la Sezione Urbanistica si confronta da diversi anni attraverso esperienze maturate in ambito europeo e che in alcuni casi hanno avuto una traduzione operativa in atti di indirizzo normativo per le amministrazioni comunali o anche in provvedimenti di legge regionale, alcuni in corso di discussione consiliare, sui temi riguardanti la Rigenerazione Urbana, Consumo di Suolo, sostenibilità dei materiali da costruzione, ecc.
In particolare si segnala l’adesione della Regione Veneto, attraverso la Sezione Urbanistica, all’iniziativa comunitaria CESBA (Common European Sustainable Enviroinment Assessment) di cui è socio fondatore e che si occupa dell’armonizzazione dei sistemi europei per la valutazione della sostenibilità delle costruzioni (http://wiki.cesba.eu/wiki/Main_Page ).

Altre Attività

Lo sviluppo di progetti europei e le esperienze condotte, ha consentito di avviare una consistente attività di studio per la revisione degli strumenti normativi e regolamentari finalizzata all’integrazione dei contenuti degli strumenti urbanistici e territoriali attraverso l’inclusione dei temi legati alla sostenibilità energetica e ambientale dell’ambiente costruito.
Ciò anche al fine di recepire le indicazioni delle Comunicazioni della Commissione al Parlamento Europeo n. COM/2012/0433 “Strategia per la competitività sostenibile del settore delle costruzioni e delle sue imprese” e COM/2014/445 “Opportunità per migliorare l’efficienza delle risorse nell’edilizia”.
Questa attività si è già concretizzata parzialmente all’interno del progetto di legge n.14/2015 “Disposizioni per il contenimento del consumo di suolo, la rigenerazione urbana e il miglioramento della qualità insediativa” il quale prevede l’integrazione degli Atti di Indirizzo per la redazione dei PAT con “la metodologia per la definizione dei bilanci energetici in ambito comunale ed intercomunale e i sussidi operativi per la messa a punto delle misure e delle azioni di governo del territorio finalizzate al contenimento dei consumi energetici degli insediamenti al miglioramento dell'efficienza energetica degli edifici e delle strutture pubbliche e private, alla razionalizzazione delle reti di produzione e distribuzione di energia in ambito urbano, in accordo con il piano energetico regionale e con le disposizioni statali e regionali in materia”.
Su questi temi sono stati avviati e conclusi i seguenti progetti europei:

  • ALPhouse: sull’efficientamento energetico degli edifici storici alpini, finalizzato a promuovere un approccio integrato al recupero del patrimonio edilizio nello Spazio Alpino. Il progetto ha analizzato e sistematizzato le competenze e le conoscenze delle varie regioni per trasmetterle agli attori locali ai quali il progetto è rivolto – piccole medie imprese, artigiani, professionisti, pianificatori e amministratori locali. http://www.it.alphouse.eu/
  • Cabee: sulla Capitalizzazione di Esperienze di Valutazione Energetica e ambientale degli edifici alpini. Il progetto è stato finalizzato alla definizione di linee guida alpine relative alla realizzazione e utilizzo di edifici a basse emissioni (nuovi o riqualificati) e alla loro integrazione a livello di distretto energetico. http://www.cabee.eu/
  • ALPBC: sulla cultura del costruire e del pianificare in ambito alpino. Il progetto ha prodotto strategie e misure volte a preservare e promuovere la cultura dell’edilizia alpina e del risparmio energetico, anche attraverso l’introduzione nella Pianificazione Urbanistica di concetti, informazioni ed indicatori di sostenibilità energetica ed ambientale. http://www.it.alpbc.eu/

Con riferimento alla Programmazione Comunitaria 2014/20 la Sezione Urbanistica è impegnata sui seguenti progetti:

  • CESBA Alps: Territori sostenibili, il progetto iniziato nel 2016 terminerà nel giugno 2018 e avrà come focus la definizione di indicatori comuni europei per la valutazione di sostenibilità dell’ambiente costruito. La Regione avrà un ruolo di responsabile nella definizione delle strategie e politiche territoriali in materia di sotenibilità

 

Contatti

Sezione Urbanistica
Palazzo Linetti
Calle Priuli, 99 Cannaregio - 30121 Venezia (VE)
Tel. 041 279234-35 - Fax. 041 2792383
e-mail: urbanistica@regione.veneto.it
http://www.regione.veneto.it/web/urbanistica 
Siti tematici


Contenuto Html